Dalla droga ai clisteri, la moralità sull'Isola dei famosi non paga

La Henger fa la spia sulla canna di Francesco Monte, mentre Nadia Rinaldi e Rosa Perrotta discutono di problemi fisiologici. Gelo in studio e internet che non perdona

30 Gennaio 2018 alle 12:44

Dalla droga ai clisteri, la moralità sull'Isola dei famosi non paga

Foto via Facebook

Credevamo l’Italia fosse Chiara Nasti che non riuscendo a stare senza la mamma e il fidanzato s'era ritirata. Aveva detto: “Sono una guerriera, combatterò”, e dopo sette giorni è tornata a casa piangendo. Poi ieri sera Eva Henger ha fatto venire fuori la moralità dell’Isola, di Mediaset, della nazione. Quando la Marcuzzi le ha chiesto delle nomination, è partita a urlare: “Ha portato la droga sull’isola”, gelo in studio. Siccome i naufraghi non erano inquadrati, non s'è capito bene e tutti abbiamo pensato alla Rinaldi. E invece poi ha spiegato: nella settimana passata in albergo Monte si faceva le canne (e capirai, Mediaset ha portato Giucas Casella a Amsterdam con le Iene a farlo fumare bonghi). Era un tentativo di vendetta, era un “mi ha nominata perché non ho accettato le canne”, ma è suonato come un “se devo cadere, cadi anche tu”, e il pubblico l’ha capito.

 

Il problema è che siamo il paese in cui fare la spia è peggio che fare i moralisti, quindi tutti, a cominciare dalla Marcuzzi, hanno preso le difese di Monte: “Il programma per me è iniziato quando avete messo piede sull’isola, non prima”, e Bossari, il grillo parlante “Sono accuse molto gravi”, mentre Mara, l’unica col senso per l’intrattenimento lì dentro, chiedeva: “Scusate ma ci potete alzare l’audio dall’isola che non si sente?”. Henger ha fatto solo errori. Dopo la nomination ha osato dire a una concorrente che Francesco l'ha tradita e ha messo tutti contro Marco Ferri, l'altro nominato, e s'è dimostrato un calcolatore: “Le corna se le è meritate”. Il tentativo di farlo passare per una specie di Macchiavelli non ha fatto presa. Henger non ha ancora imparato che dire che uno si merita il tradimento su Canale Cinque è peggio che bestemmiare.

 

Per chi si fosse distratto, Francesco Monte è l’ex di Cecilia Rodriguez, la concorrente dell’ultimo Grande Fratello Vip che s’è infilata in un armadio con Ignazio Moser, cercavano le mutande. Seguirono titoli quali "Mi ha tradito, Io la amo ancora", voi capite che non c'è gioco. Monte ha subito controbattuto: “Da una donna madre non mi aspettavo un colpo così basso”, che a vedere è un altro colpo basso. La categoria Donna-Madre ha vantaggi e svantaggi: se ti proponi come materna, compassionevole, comprensiva non puoi mica essere vendicativa perché uno ti ha nominata e non vuoi tornare a casa.

 

Contro la vittima, quella vera, il cornuto, non puoi mica dire “Io sono una madre e do consigli a questi cretini" e "magari si disintossica”, come ha fatto la Henger dopo che gli autori avevano preparato un video strappalacrime in cui si mostrava la figlia piccola chiedere di votare per la madre, e lei ha bruciato ogni possibilità di creare empatia col pubblico preferendo passare per Giovanardi. Internet non perdona, e per darle della bigotta hanno scritto tutti che proprio lei, da che pulpito, cioè: facevi la pornostar, non ti sei fatta le canne ma ti sei fatta tutti (mica gli spettatori detestano il moralismo, detestano solo l’ipocrisia: bisogna essere veri). Il 77% degli spettatori la sbatte fuori, rimane dentro Marco Ferri: la quota di quelli da sottotitolare perché non si capisce cosa dicono è salva.

 

Francesco Monte sa che il cornuto non basta: serve una storia d’amore. Ci ha messo meno di ventiquattro ore sull’isola, tra lacrime per sottolineare che è un ragazzotto sensibile, sguardi d'intesa (è di scuola De Filippi, faceva le esterne da tronista), per infilarsi nel sacco a pelo di Paola Di Benedetto, la quale gli slinguazzava l’orecchio (affamata, pure il cerume è buono). Un amore è nato, fortuna sull'isola non ci sono armadi.

 

Ma è nel finale che abbiamo recuperato l’autentico spirito di gruppo, durante le nomination. Rosa Perotta ha fatto il nome di Nadia Rinaldi perché: ”Non riusciamo a costruire un solido rapporto”, e a quando pare non è l’unico problema solido della Perotta, infatti la Rinaldi ha ammesso stupita: "Ho cercato di riavvicinarti, tanto è che, quando ti ho visto che stavi malissimo, sono venuta e ti ho fatto pure un clistere per farti stare meglio”, già storia della TV. Ci auguriamo che sull’Isola diventi il codice tra naufraghi per “ti voglio bene”.  Doveva essere l’isola dei misteri e invece è diventata l’isola dei clisteri. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi