cerca

Un giapponese e sei artisti sulla Luna

Il magnate della moda giapponese Maezawa sarà il primo uomo a viaggiare verso il satellite terrestre con Space X. E si porterà anche qualcuno per accompagnarlo

18 Settembre 2018 alle 12:04

Un giapponese e sei artisti sulla Luna

Foto LaPresse

Il magnate della moda giapponese Yusaku Maezawa sarà il primo turista a viaggiare sulla luna. Lo ha annunciato il fondatore e direttore di Space X Elon Musk, che ha confermato di aver ricevuto in cambio “una somma significativa” di denaro. La compagnia lancerà il razzo Bfr entro il 2023 e sarà la prima missione sulla luna finanziata interamente da privati.

   

Yusaku Maezawa, fondatore di ZoZotown, uno dei giganti dell'e-commerce dei vestiti, ha detto “di amare la luna fin da quando era bambino. Guardare la Luna mi riempiva l'immaginazione, per questo non potevo perdere questa opportunità di vederla da vicino”.

 

“Allo stesso tempo”, ha aggiunto Maezawa, “non volevo vivere un'esperienza così fantastica da solo. A me non piace la solitudine quindi vorrei condividere questo viaggio con altre persone. Per questo ho scelto di andare sulla Luna con degli artisti! Ho invitato degli artisti da tutto il mondo per accompagnarmi nel mio viaggio”. In una conferenza stampa nel quartier generale di Space X in California, Maezawa ha detto che sceglierà tra i sei e gli otto compagni di viaggio, anche se non ha ancora deciso chi saranno.

 

Il magnate ha aggiunto che “a questi artisti gli verrà chiesto di creare qualcosa una volta scesi sulla Terra. E questi capolavori ispireranno il sognatore che è dentro ognuno di noi”. Musk non ha svelato la somma pagata da Maezawa, ma ha assicurato che è una cifra “non indifferente” per pagare il nuovo razzo Bfr, una navicella spaziale avveniristica progettata per portare fino a cento persone sulla Luna, Marte o anche oltre.

 

Musk ha aggiunto che il magnate giapponese “è una persona molto coraggiosa, perché la spedizione è pericolosa. Non sarà una passeggiata di salute, non è come prendere un aereo. Ci sono delle possibilità che qualcosa vada storto, ma noi faremo tutto il possibile per minimizzarle”.

 

La navicella verrà lanciata nello spazio e atterrerà sulla Terra dopo quattro o cinque giorni. La traiettoria del Bfr sarà simile a quella dell'Apollo 8 che nel 1968 trasportò per la prima degli essere umani sulla Luna. Il fondatore di Space X ha detto che ci “potrebbe essere un evento naturale o prodotto dall'uomo che termina la civilità umana così come la conosciamo. Dunque è importante creare estendere la vita oltre la Terra, e diventare una civiltà multi planetaria.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    18 Settembre 2018 - 17:05

    Forza Elon! Avessimo un paio come lui in Italia e i nostri problemi qui finirebbero molto velocemente (cit.).

    Report

    Rispondi

Servizi