cerca

L’impeto napoleonico del governo che rischia di mettere il Cio contro il Coni

“Con la riforma approvata l’ordinamento sportivo è ‘assorbito’ nell’ordinamento statale. I decreti aggraveranno la situazione. Il problema è l’impianto della legge, che è sbagliato”. Parla il professor Casini

8 Agosto 2019 alle 19:43

L’impeto napoleonico del governo che rischia di mettere il Cio contro il Coni

Da sinistra il presidente del Cio, Thomas Bach, e quello del Coni, Giovanni Malagò (foto LaPresse)

Roma. E’ vero che l’Italia per via di una legge approvata il 6 agosto rischia di essere esclusa dalle Olimpiadi di Tokyo? Ne parliamo con Lorenzo Casini, ordinario di Diritto amministrativo nella Scuola Imt Alti studi di Lucca, presidente dell’Istituto di ricerche sulla Pubblica amministrazione e autore del libro “Il diritto globale dello sport”. “Si tratta di una legge che delega il governo a intervenire sullo sport”, ci spiega. “Le materie sono l’ordinamento sportivo – che include il criticato riordino del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Maurizio Stefanini

Romano, classe 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista dal 1988. Moglie, due figli. Free lance impenitente, collabora col Foglio dalla fondazione. Di formazione liberale classica, corretta da radici contadine e da un'intensa frequentazione del Terzo Mondo. Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici. Ha pubblicato vari libri, tra cui “I nomi del male”, ritratto dei leader dell’asse del Male, "Ultras - Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri", "Da Omero al rock. Quando la letteratura incontra la canzone" e ultimo "Alce Nero un «beato» tra i Sioux". Parla cinque lingue; suona dieci strumenti (preferito, fisarmonica).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • robyv73

    08 Agosto 2019 - 22:10

    "pare invece che il governo mal tolleri l’autonomia delle istituzioni sportive e che voglia assumerne il controllo". Questo governo non tollera nessuna autonomia, se non si scioglie subito mi aspetto che prima o poi vengano sciolte le organizzazioni giovanili e venga creata la Nuova Opera Nazionale Balilla.

    Report

    Rispondi

Servizi