Alto, possente, senza tua colpa deprimente campanile di Mortegliano

Camillo Langone

In un paesetto della Bassa Friulana svetta il campanile che supera in altezza il più noto Torrazzo di Cremona

Alto, possente, senza tua colpa deprimente campanile di Mortegliano. Andando da Lignano a Udine ti vedo da lontano, e irresistibilmente attratto entro in paese, ti vengo sotto. Il Torrazzo di Cremona è più bello ma tu sei il più alto campanile italiano. Centotredici metri! In un paesetto della Bassa Friulana! Ho parcheggiato e ti ho fotografato e mi hai ricordato che negli anni Cinquanta, quando sei stato costruito, il cattolicesimo ancora dominava il paesaggio italiano. In tutti i sensi, architettonici e non. Terribile il confronto col presente in cui vengono innalzate torri babeliche, antiumani anticristiani anticampanili, e in cui la Chiesa si abbassa, si svuota, si arrende, si confonde col mondo... Alto, possente, senza tua colpa deprimente campanile di Mortegliano.

  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).