“Adorarti oggi Dio” dei Mienmiuaif

Camillo Langone

La canzone della band cristiana musicalmente eretica e dotata di un testo superortodosso 

“Adorarti oggi Dio / con le macchine elettriche / il bosone di Higgs / la raccolta differenziata / e tu / in un pezzo di pane”. Mi piace tanto, mi commuove, il testo di “Adorarti oggi Dio” dei Mienmiuaif, band di musica cristiana che sto citando troppo spesso e tuttavia continua a darmi problemi di scrittura e di pronuncia. E’ un testo religiosamente superortodosso (c’è un verso preso di peso dagli Atti degli Apostoli) e un brano musicalmente eretico, sia rispetto al gregoriano di noialtri preconciliari sia rispetto al chitarrismo acustico anni Settanta che ancora imperversa nelle parrocchie. “Adorarti oggi Dio” è un pezzo molto elettronico, il primo dei Mienmiuaif che mi piaccia davvero e sotto ogni aspetto (bello anche il video). Anita Baldisserotto e Giuseppe Signorin hanno qualcosa dei Krisma, qualcosa di Jack e Meg White, una dose di Frank Zappa e un pizzico di Devendra Banhart: nomi temo sconosciuti al loro pubblico di riferimento e invece noti agli atei e agli agnostici che ascolterebbero “Adorarti oggi Dio” solo sotto la minaccia di percosse. La Madonna li accompagni.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).