cerca

Politica natalista vs. cultura natalista

I pannolini scontati non bastano a risolvere il problema della denatalità

21 Marzo 2018 alle 06:17

Politica natalista vs. cultura natalista

Luigi Di Maio (foto LaPresse)

Per il crollo demografico, i pannolini scontati sono pannicelli caldi. I Cinque stelle vogliono un piano natalità fatto di sgravi fiscali e indennità, dunque di debiti che ricadranno proprio sui bambini che nascono ora. L’unico effetto sicuro delle politiche nataliste è quello sui conti pubblici. Nemmeno Mussolini, natalisticamente parlando ben più convincente di Di Maio, riuscì a invertire la tendenza alla riduzione della fecondità femminile che, come ricorda il nostro demografo Roberto Volpi, prosegue ininterrotta dalla fine dell’Ottocento. Anziché un’insostenibile e inefficace politica natalista si provi a immaginare una cultura natalista. Si potrebbe cominciare mandando in onda un’edizione speciale di “Ballando con le stelle”: i ballerini dovrebbero essere esclusivamente coppie di neo-genitori, giovani madri insieme agli uomini con cui hanno concepito i loro figli. Sempre che la Rai si ricordi come si fa a confezionare un programma di segno eterosessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    21 Marzo 2018 - 10:10

    Mi par di aver letto che proclamarsi pubblicamente eterosessuali costituisca reato di turbamento della pace sociale e dell’ordine pubblico. Un caro amico più giovane mi precisa trattarsi per il momento solo di una semplice proposta di,legge. Un altro ancora, più informato, mi precisa semplicente trattasi di una fake news. Boh.

    Report

    Rispondi

Servizi