L'onda nera nazionalista era una fake news

Claudio Cerasa

Se si escludono Italia e Francia i sovranisti non crescono, mentre gli europeisti vincono

Gli exit poll sono da prendere con le pinze ma se fossero confermati la storia delle Europee ci dice questo: vincono gli europeisti, crescono i partiti liberali, i sovranisti bene in Francia e Italia, ma l’onda nera nazionalista in Europa, allo stato attuale, era una fake news.

   

  

Dal 4 marzo la Lega ha vinto elezioni ovunque: Friuli Venezia Giulia, Molise, Abruzzo, Sardegna, Basilicata, forse Piemonte. Ma la progressiva crescita della Lega non è un atto di fiducia nei confronti del governo: è la richiesta disperata di lavorare a un’alternativa.

 

Doveva essere un referendum sulla Lega. È stato primo di tutto un referendum sul grillismo.

— Claudio Cerasa (@claudiocerasa) May 26, 2019

Di più su questi argomenti:
  • Claudio Cerasa Direttore
  • Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.