Zingaretti si gode il sorpasso sul M5s: "Siamo noi l'alternativa a Salvini"

Il segretario del Pd commenta il superamento di quota 20 per cento e avverte i nazionalisti: "L’aggressione sovranista alle istituzioni europee è fallita"

Il Pd supera il M5s e la quota psicologica del 20 per cento, con un risultato che ridà forza a un partito che sembrava ormai moribondo. Poco dopo l’una di notte, il segretario Nicola Zingaretti prende la parola e commenta i dati delle elezioni Europee con toni ottimistici: "Ovviamente, anche alla luce di quelli che saranno i dati durante la notte, ci sono numeri per fare analisi chiare – dice il segretario – grazie ai giovani che sono tornati e hanno guardato a questa lista unitaria come possibilità per aprire una strada nuova. Siamo molto soddisfatti, la scelta si è rivelata vincente, soprattutto perché il bipolarismo è tornato a essere  centrato sulla forza del Pd".

Un’occasione che il Pd intende sfruttare, spiega Zingaretti, soprattutto dopo il crollo del M5s: ”Il governo paralizzato già prima del voto esce ancora più fragile per le divisioni interne. Noi ora, con coerenza, useremo la forza che ci viene da questo risultato per andare avanti sui contenuti e costruire un piano per l’Italia fondato su crescita, lavoro, sviluppo e eguaglianza sociale. Dobbiamo costruire una alternativa a Matteo Salvini che esce da queste elezione come leader di un governo immobile e pericoloso. Ci dobbiamo preparare a un voto politico, quando sarà il momento”. “Il Pd è al centro di una strategia per ricostruire il paese”, aggiunge Zingaretti.

 

 

Per il segretario, l’ondata nazionalista che tanto si temeva alla vigilia del voto non si è concretizzata: “L’aggressione sovranista alle istituzioni europee è fallita – spiega –. Dentro il Parlamento europeo c’è una solida maggioranza che vuole difendere l'Europa e rilanciare il grande sogno europeo".

Di più su questi argomenti: