Zingaretti tende la mano a Mdp e apre un nuovo fronte nel Pd

David Allegranti

Il segretario si dice disponibile a ricandidare gli eurodeputati che sono passati nel partito di Bersani. Ma l’area Lotti-Guerini, che ha sostenuto Martina alle primarie, non è d’accordo

Roma. Nicola Zingaretti apre un nuovo fronte nel suo partito. Il segretario del Pd, intervenuto a Porta a Porta, non esclude che nella lista unitaria per le Europee ci possano essere anche i due eurodeputati uscenti di Mdp, Massimo Paolucci e Antonio Panzeri, eletti nel 2014 – quello del Pd al 40,8 per cento – e poi passati con il partito di Bersani. L’area Lotti-Guerini, che ha sostenuto Maurizio Martina alle primarie, dice però di non essere d’accordo.

Di più su questi argomenti:
  • David Allegranti
  • David Allegranti, fiorentino, 1984. Al Foglio si occupa di politica. In redazione dal 2016. È diventato giornalista professionista al Corriere Fiorentino. Ha scritto per Vanity Fair e per Panorama. Ha lavorato in tv, a Gazebo (RaiTre) e La Gabbia (La7). Ha scritto cinque libri: Matteo Renzi, il rottamatore del Pd (2011, Vallecchi), The Boy (2014, Marsilio), Siena Brucia (2015, Laterza), Matteo Le Pen (2016, Fandango), Come si diventa leghisti (2019, Utet). Interista. Premio Ghinetti giovani 2012. Nel 2020 ha vinto il premio Biagio Agnes categoria Under 40. Su Twitter è @davidallegranti.