cerca

Una via sui migranti, secondo Fassino

Come essere popolari sull’immigrazione senza essere populisti, e senza i due estremismi

1 Settembre 2018 alle 06:01

Una via sui migranti

Foto LaPresse

Roma. Piero Fassino concorda con il Foglio: c’è bisogno di una “terza via” sull’immigrazione. Il che non significa affatto cedere alle parole di Matteo Salvini. Significa piuttosto che “il Pd e il campo delle forze progressiste hanno bisogno di un radicale salto di qualità”, dice Fassino. “Nel 2001 quando perdemmo le elezioni, sia pure di poco, mi candidai alla segreteria dei Ds con lo slogan ‘O si cambia o si muore’. E quel cambio di passo ci consentì di vincere...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • PAOLO FRANCESCO PERRI

    01 Settembre 2018 - 18:06

    PaoloF Perri Macerata Si tratta di un'analisi condivisibile. Purtroppo la stampa, vedi l'articolo di Cerasa di oggi, non ha aiutato a descrivere una realtà vera per cui si è percepito dai più dei votanti alle ultime elezioni una realtà distorta molto peggiore. Il Job's act non è stato sostenuto come avrebbe meritato. Non si è capito che le leggi che influiscono sul lavoro possono essere modulate e quindi modificate anche di anno in anno, a seconda della situazione sociale ed economica. I dati ISTAT vengono sempre comunicati, anche ieri senza confrontare dando importanza di mese in mese gli occupati con i disoccupati e con gli inattivi (si tratta d confrontare ogni mese verificando che se aumentano gli inattivi diminuiscono i disoccupati,mente se aumentano disoccupati diminuiscono gli inattivi. Credo che il lavoro di Minniti sugli sbarchi sia stato molto buono e rappresenti una direzione politica da sviluppare ulteriormente contrapponendola ala propaganda salviniana.

    Report

    Rispondi

Servizi