cerca

Il muto dissenso

Tragedia e commedia di un premier che fa il vice dei suoi vice, e che mugugna senza riuscire a ribellarsi

Salvatore Merlo

Email:

merlo@ilfoglio.it

31 Agosto 2018 alle 06:00

Il muto dissenso

Giuseppe Conte

Roma. Vittorio Sgarbi lo chiama “il vicepresidente di due vicepresidenti” e immaginare adesso Giuseppe Conte irritato con Matteo Salvini, cioè con quello che lo ha assunto, perché non lo fa comandare, ha lo stesso sapore incongruo di quando Roberto Fico faceva il contestatore muto di Luigi Di Maio. Non diceva mai nulla, Fico. Al massimo bofonchiava in napoletano. Eppure gli venivano attribuiti pensieri così complessi che il primo a stupirsene con un certo compiacimento doveva essere proprio lui.    ...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ninomur

    14 Settembre 2018 - 16:04

    Giovanni 7 settembre impossibile capire quale dei due è più mediocre e pasticcione. Si facciano almeno consigliare da persone competenti, se non disinteressate.

    Report

    Rispondi

  • furlaninterfan

    01 Settembre 2018 - 08:08

    Il governo dei grillini è un dramma, ma la vera tragedia è che non si intravvede nessuno in grado di offrire una alternativa credibile. (Qualche figura credibile ci sarebbe, ma fallirebbe se dovesse contare sul sostegno del PD o di FI. L'accoppiata Renzi-Berlusconi? Teatro dell'assurdo.)

    Report

    Rispondi

  • gabriele.gab.monti

    31 Agosto 2018 - 08:08

    strano che tutti questi ragionamenti non siano stati fatti per i vari Monti, Letta, Gentiloni...

    Report

    Rispondi

    • Saura

      31 Agosto 2018 - 10:10

      Direi che c’è una certa differenza: appena si critica questo Governo, scatta l’impulso del riferimento a chi c’era prima

      Report

      Rispondi

Servizi