Queste elezioni senza senso possono avere un senso alla tedesca

Dopo vent’anni di indignazione politicamente corretta, adesso si porta il disdegno. Buoni motivi per evitarlo

Angela Merkel

Angela Merkel (foto LaPresse)

Ora si porta il disdegno. Naturalmente verso la politica nazionale, che però funziona meglio del cinema italiano, della borghesia editoriale sciatta, vendidora e chiacchierina, dell’accademia umanistica bolsa (salvo eccezioni nella loro bolla), meglio dei maschietti pudichi e delle femmine sfacciate, altro che Deneuve, Belle de toujours, meglio dei cretini seriali tipo “Ai laic Ai don’t laic”. Certo abbiamo un garagista felpato e stalinista che pretende, un comico annoiato che ha fatto chiasso per strada e ora torna alla scena (vecchia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi