cerca

Una sfida ostinata alla censura. Così nacque "Rigoletto"

Con il titolo preferito dall'autore ed esaltato da Strawinsky contro Wagner si è aperta la stagione del Teatro dell'Opera di Roma

3 Dicembre 2018 alle 11:18

Una sfida ostinata alla censura. Così nacque "Rigoletto"

Roberto Frontali e Carlo Cigni (Monterone) in scena. Il regista Daniele Abbado ha ambientato “Rigoletto” in un cortile anni Quaranta, all'epoca di Salò (Foto Yasuko Kageyama - Opera di Roma)

Verdi era già Verdi quando si mise in testa di musicare Le Roi s’amuse, il dramma shakespeariano di Victor Hugo che diventerà Rigoletto. Era la primavera del 1850 e il musicista di Busseto aveva già trionfato col Nabucco, già attinto al genio francese con Ernani, e già testato la pazienza di Francesco Maria Piave, poeta stabile presso La Fenice. La vicenda, per quanto nota, merita di essere ricordata dopo che il Teatro dell’Opera di Roma, dopo il successo dell’ultima stagione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi