cerca

Marcio su roma

Il trionfo squillante della bellezza e le rovine, il guano e l’immondizia. Una città che il protagonista del romanzo di Giacopini vuole affogare

20 Novembre 2017 alle 17:06

Marcio su roma

foto di Javier de la Rosa via Flickr

Città dominata e coperta di bellezza. Non potrebbe essere altrimenti. Anche se, nel corso dei secoli, trafitta da voraci e ricorrenti catastrofi che in talune parti l’hanno deturpata. Parti esaltate poi dalla malia dell’antico. Come dire che la “rovina” è superfascinosa. Oltre il trionfo squillante della bellezza, la prima idea che riempie la mente pensando a Roma sono gli incendi che occasionalmente l’hanno consumata. La seduzione di questa eccezionale città sembrerebbe discendere dal fastigio dei rifacimenti. Dopo ogni catastrofe i...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuseppe Marcenaro

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    20 Marzo 2019 - 11:11

    I furbi grillini continuano a fare la morale a tutti e su tutto e quando una mela marcia appare nel loro cesto fanno spallucce e provvedono ad espellerla ma giammai ammettono che nella loro cesta ci sono mele marce come in tutti i partiti movimenti e in genere nella società civile. Ad maiora.

    Report

    Rispondi

Servizi