cerca

La stampa tedesca divisa sugli aiuti all'Italia

La rassegna dei giornali internazionali sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Bild, Welt, Financial Times, Wall Street Journal, Mundo

9 Aprile 2020 alle 08:57

La stampa tedesca divisa sugli aiuti all'Italia

Giuseppe Conte e Angela Merkel (foto LaPresse)

Conte a “Bild”, paese pioniere in crisi coronavirus
Berlino, 9 apr - (Agenzia Nova) - L'Italia è “un pioniere” nella crisi provocata dalla pandemia di coronavirus e, quando uscirà dall'emergenza, porterà il suo aiuto agli altri paesi colpiti. È quanto affermato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante un'intervista rilasciata ieri, 8 aprile, al quotidiano tedesco “Bild”. Secondo Conte, tutti gli Stati membri dell'Ue devono “combattere insieme” contro il coronavirus e “il fronte rivolto al nemico deve essere saldo”. Per il presidente del Consiglio, “tutti i popoli d'Europa devono aiutarsi a vicenda” perché nessuno Stato membro può trarre vantaggio da un'Ue debole. L'Europa, ha proseguito il capo del governo, “non significa soltanto economia, ma include anche la dignità umana”. Con riferimento alle polemiche per le forniture di dispositivi sanitari bloccate o ridotte da alcuni Stati membri, Conte ha osservato che “nella crisi abbiamo superato il clima dell'egoismo”.
 
In aumento la popolarità di Conte per la gestione della crisi del coronavirus
Madrid, 9 apr - (Agenzia Nova) - La gestione della pandemia di coronavirus continua a far aumentare la popolarità del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ora può contare sulla fiducia del 57 per cento degli italiani, ben oltre gli altri leader politici. Secondo l'ultimo sondaggio condotto dall'Istituto Ixe, la fiducia in Conte, a capo del governo di coalizione tra il Movimento 5 stelle (M5S) e il Partito democratico (Pd), aumenta di giorno in giorno ed è salita al 57 per cento. Un salto di 3 punti percentuali dal 54 per cento di una settimana fa e di 6 rispetto al 51 per cento del 24 marzo scorso. Gli altri leader lo seguono da lontano: Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia (Fd'I) e Matteo Salvini della Lega rimangono fermi rispettivamente al 38 e al 33 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi