cerca

Il flop del reddito di cittadinanza, visto dai tedeschi

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Handelsblatt, Sueddeutsche Zeitung, Figaro, Telegraph e Vanguardia

2 Dicembre 2019 alle 09:40

Il flop del reddito di cittadinanza, visto dai tedeschi

Foto LaPresse

Il reddito di cittadinanza, “storia di un fallimento”
Berlino, 2 dic - (Agenzia Nova) - Per il quotidiano “Handelsblatt”, quella del reddito di cittadinanza è “la storia di un fallimento”, come dimostrano diversi casi di frode e il fatto che la misura, introdotta dal governo formato da Movimento 5 Stelle (M5S) e Lega, non costituisca “alcun incentivo a trovare un'occupazione”. Secondo l'economista Giovanna Labartino del Centro studi di Confindustria, il reddito di cittadinanza è “più un problema che una soluzione, perché il generoso trasferimento non rappresenta alcun incentivo alla ricerca di un'occupazione” e “favorisce il lavoro nero”. A suffragare la propria tesi, Labartino fa “un semplice calcolo, ipotizzando un single che riceva i 780 euro netti del reddito di cittadinanza a Napoli”. Se il soggetto accettasse un'offerta di lavoro da 300 euro, tale somma verrebbe dedotta dal sussidio, che ammonterebbe quindi a 480 euro. “Perché dovrebbe lavorare, soprattutto in una città dove il lavoro scarseggia?”, si chiede “Handelsblatt”. Nettamente critici anche gli imprenditori. “A causa del reddito di cittadinanza dei Cinquestelle, non trovo più lavoratori”, ha dichiarato Bachisio Ledda, fondatore e presidente di Mail Express Group. Ledda ha aggiunto che un suo dipendente guadagna circa 700 euro al mese. Pertanto, “con i soldi dello Stato, potrebbe preferire rimanere a casa e fare un po' di nero”.

Continua a leggere l'articolo di Handelsblatt 

 

Pro Sieben Sat 1 avvia negoziati concreti con Mediaset
Monaco di Baviera, 2 dic - (Agenzia Nova) - Per la prima volta, l'emittente televisiva tedesca Pro Sieben Sat 1 ha avviato negoziati concreti con Mediaset che, controllata dalla famiglia Berlusconi, è il suo azionista di maggioranza con una partecipazione del 15,1 per cento. È quanto affermato dall'amministratore delegato di Pro Sieben Sat 1, Max Conze, in un'intervista rilasciata oggi al quotidiano “Sueddeutsche Zeitung”. In particolare, Conze ha dichiarato oggi terrà un incontro con Mediaset per discutere dell'impegno del gruppo in Pro Sieben Sat 1. A tal riguardo, Conze ha osservato che non si stupirebbe se Mediaset decidesse di continuare ad aumentare la propria partecipazione nell'azienda, in cui è prevedibile che entrino anche altri investitori. Allo stesso tempo, Conze ha respinto l'idea che Mediaset possa fondersi o acquisire Pro Sieben Sat 1. In particolare, Conze ha dichiarato: “Sono molto scettico riguardo a una fusione che non sarebbe impossibile, ma le sinergie non giustificherebbero un'operazione la cui attuazione sarebbe complessa, lunga e costosa”. Al momento, l'amministratore delegato di Pro Sieben Sat 1 intende “capire quali siano le intenzioni di Mediaset”.

Continua a leggere l'articolo di Sueddeutsche Zeitung 

 

Alstom fornirà 31 treni alla Lombardia
Parigi, 2 dic - (Agenzia Nova) - Il gruppo francese Alstom ha firmato un contratto con l'operatore Ferrovienord, del gruppo Ferrovie Nord Milano (Fnm), per un valore complessivo di 194 milioni di euro che prevede la fornitura di 31 treni alla regione Lombardia. Lo riferisce il quotidiano francese “Le Figaro”. In un comunicato Alstom ha precisato che il contratto riguarda i modelli Coradia Stream, “dell'ultima generazione di treni elettrici”. “Negli ultimi dieci anni Alstom ha consegnato 44 treni regionali in Lombardia. I nostri treni trasportano già migliaia di passeggeri ogni giorno in questa regione”, afferma nel comunicato Michele Viale, direttore generale di Alstom Italia e Svizzera. I convogli saranno consegnati progressivamente a partire dal 2022.

Continua a leggere l'articolo del Figaro 

 

Referendum su autonomia Venezia manca il quorum
Londra, 2 dic - (Agenzia Nova) - I cittadini di Venezia hanno disertato in massa il quinto voto in 40 anni sull'autonomia da Mestre, che consentirebbe alla città di affrontare da sola questioni come li'nnalzamento delle acque e le conseguenze negative del turismo. Come riferisce il quotidiano britannico "The Telegraph", alle 18:00 di ieri primo dicembre, solo il 18,6 per cento dei 206.553 aventi diritto al voto si è recato alle urne. Il dato è estremamente lontano dal quorum del 50 per cento necessario affinché il referendum sia valido.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph 

 

Sale a 18 bilancio vittime naufragio a Lampedusa
Madrid, 2 dic - (Agenzia Nova) - Le autorità italiane hanno recuperato ieri altri cinque corpi in mare dei migranti a bordo del barcone ribaltatosi lo scorso 23 novembre a 1 miglio dalle coste di Lampedusa, portando così a 18 vittime. Quattro corpi si trovavano sott'acqua a circa 60 metri dal barcone mentre un'altro corpo senza vita è stato trovato che galleggiava nell'acqua . La Procura di Agrigento, che indaga su questa nuova tragedia nel Mediterraneo, ha inviato una squadra di sei membri della Guardia Costiera per localizzare la chiatta su cui viaggiavano tutte queste persone e recuperare i corpi. La Guardia costiera è riuscita a salvare 149 immigrati, 133 uomini, 13 donne e 3 bambini, nel naufragio dello scorso 23 novembre. Nei prossimi giorni, se le condizioni meteorologiche lo permetteranno, continueranno le operazioni di ricerca e recupero di ulteriori eventuali vittime.

Continua a leggere l'articolo di Vanguardia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi