cerca

Roma è diventata il centro della politica mondiale dei sovranisti

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Wall Street Journal, Telegraph, Spiegel, Financial Times

6 Giugno 2018 alle 10:05

Roma è diventata il centro della politica mondiale dei sovranisti

Steve Bannon (foto LaPresse)

Il presidente del Consiglio Conte chiede la fine della “solidarietà simulata”

 

Amburgo, 6 giu - (Agenzia Nova) - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, durante il suo primo intervento di fronte al Senato italiano, ha ribadito l'impegno politico del nuovo governo nel contesto europeo, ma allo stesso tempo ha chiesto cambiamenti decisivi nelle politiche sul debito e sull’asilo della Ue. Il premier italiano ha chiesto una ridistribuzione “obbligatoria” e “automatica” dei richiedenti asilo. Il governo richiederà una revisione delle regole di Dublino per ottenere una “equa distribuzione delle responsabilità”, ha affermato Conte. L’immigrazione è stata la prima prova della “nostra nuova forma di dialogo con la Ue”, ha sottolineato. “Metteremo fine all’affare dell’immigrazione che è cresciuta oltre misura con il pretesto della falsa solidarietà”, ha detto il presidente del Consiglio, respingendo ogni accusa di xenofobia rivolta al nuovo governo. L'Esecutivo, ha detto il premier, tutelerà i diritti di quei migranti che “arrivano legalmente nel nostro paese”. Nel loro programma di governo congiunto, Movimento 5 stelle e Lega annunciano l'impegno per la rinegoziazione dei trattati della Ue. Il debito del paese è sostenibile, ma il governo punterà a ridurlo con la crescita economica, anziché con l'austerità, ha detto il presidente del Consiglio. Le regole nell’area dell’euro dovrebbero essere orientate ad “aiutare i cittadini”. “L’Europa è la nostra casa”, ha aggiunto Conte. Il governo lavorerà per un’Europa più forte, ma “più giusta”. Conte ha infine sottolineato la collocazione dell'Italia nella Nato, ma ha anche detto che l’Italia vuole rivolgersi dialetticamente alla Russia e promuovere la revoca delle sanzioni a carico di Mosca.

Continua a leggere l'articolo dello Spiegel

 


 

Conte baldanzoso sul "potere negoziale" dell'Italia in vista delle discussioni con l'Ue

 

Londra, 6 giu - (Agenzia Nova) - Il nuovo presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, ha strombazzato il "potere negoziale" dell'Italia nel presentare un'agenda di governo che provocherà una moltitudine di contrasti con l'Unione Europea, anche se sono emersi segnali che le promesse economiche di maggior profilo potrebbero essere rinviate: così il quotidiano economico britannico "The Financial Times" presenta il discorso in Parlamento tenuto ieri martedì 5 giugno da Conte, che ha detto di voler essere il "guardiano" del "cambiamento radicale" proposto dalla maggioranza di governo composta dal partito anti-sistema Movimento 5 stelle e dalla Lega di estrema destra.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 


 

Il nuovo governo euroscettico dell'Italia vuole lavorare con l'Ungheria per "cambiare l'Ue"

 

Londra, 6 giu - (Agenzia Nova) - Il nuovo governo euroscettico e populista dell'Italia ieri martedì 5 giugno ha promesso di lavorare con l'autoritario primo ministro dell'Ungheria per "cambiare le regole" dell'Unione Europea: così il quotidiano conservatore britannico "The Telegraph" presenta le dichiarazioni fatte dal nuovo ministro dell'Interno italiano, Matteo Salvini, che è il leader della Lega e ricopre anche l'incarico di vice primo ministro nel governo di coalizione con il partito anti-sistema Movimento 5 stelle. In quello che sembra emergere come un nuovo asse tra Roma ed i paesi dell'Europa centro-orientale noti come "gruppo di Visegrad", Salvini ha dichiarato di voler collaborare strettamente con il premier ungherese Viktor Orban: "Lavoreremo per cambiare le regole Ue" ha detto. 

Continua a leggere l'articolo del Telegraph

 


 

Il programma euroscettico del governo riflette scarso consenso dell’opinione pubblica dell'Ue

 

New York, 6 giu - (Agenzia Nova) - Il nuovo governo italiano getta le basi per sfidare l’ortodossia finanziaria europea e le sue regole sull’immigrazione, in un paese dove lo scontento nei confronti dell’Unione europea ha sostituito quello che era un vasto consenso. Lo scrive il quotidiano "Wall Street Journal", dando notizia del primo discorso tenuto di fronte al parlamento dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Questi ha affermato che il governo lavorerà per modificare le regole dell’eurozona e per stimolare la crescita e tagliare l’enorme debito pubblico italiano che, ha sostenuto, è stato aggravato dalle politiche di austerità. Un "nuovo vento" soffia in Italia, ha dichiarato Conte, sostenuto dal movimento Cinque stelle e dal partito di destra, la Lega, entrambi contrari ai limiti di spesa imposti dall’eurozona. "Se populismo vuol dire ascoltare i bisogni della gente, allora accettiamo" questa etichetta, ha affermato il presidente del Consiglio. Secondo il "New York Times", il presidente del Consiglio ha articolato efficacemente la visione del nuovo governo, ma è stato povero di dettagli specifici. I mercati hanno risposto al discorso di Conte con un aumento dei rendimenti dei titoli di Stato italiani e la chiusura in rosso della borsa di Milano sotto di 21.800 punti, la peggiore in Europa.

Continua a leggere l'articolo del Wall Street Journal

 


 

Per Steve Bannon Roma è diventata il centro della politica mondiale

 

Parigi, 6 giu - (Agenzia Nova) - Per Steve Bannon, ex consigliere del presidente statunitense Donald Trump, Roma è diventata “il centro della politica mondiale”. È quanto afferma “Les Echos”, visto che Bannon si reca regolarmente nella capitale italiana, dove “dispensa i suoi consigli al Movimento 5 Stelle e alla Lega”. “Non c’è mai stato un vero governo populista nell’epoca moderna. Adesso ce n’è uno. Quindi voglio essere qui, voglio farne parte”, ha detto l’ex braccio destro di Trump. Bannon si è assunto una “certa paternità” dell’attuale esecutivo. Secondo il quotidiano economico, il “Rasputin yankee” ha stretto contatti con il Movimento 5 Stelle, anche se il suo interlocutore principale resta la Lega di Matteo Salvini.

Continua a leggere l'articolo di Les Echos

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi