cerca

La chiave che determinerà i risultati delle elezioni italiane

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Libération, Expansion, Sueddeutsche zeitung, Pais...

19 Febbraio 2018 alle 09:31

La chiave che determinerà i risultati delle elezioni italiane

Foto LaPresse

Gli indecisi, la chiave che determinerà i risultati delle elezioni italiane

Madrid, 19 feb 08:37 - (Agenzia Nova) - Da oggi non sarà più possibile pubblicare sondaggi sul possibile andamento delle elezioni generali previste il Italia il prossimo 4 marzo. Gli ultimi sondaggi indicano che il numero di indecisi, che comprende sia coloro che ancora non sanno per chi votare sia coloro che non sanno se recarsi alle urne, è pari a circa il 30 per cento dell'elettorato, circa 10 milioni di persone. Lo riferisce il quotidiano economico spagnolo "Expansion" che sottolinea come gli indecisi potrebbero diventare la più importante e numerosa forza politica italiana.

Leggi l’articolo dell’Expansion

Italia: i rapporti di forza all'interno del centro-destra

Parigi, 19 feb 08:37 - (Agenzia Nova) - In Italia, la destra pende sempre di più a destra. È quanto afferma "Le Monde", spiegando che alle elezioni del 4 marzo la coalizione diretta da Silvio Berlusconi "dovrebbe ritrovarsi in testa". Il quotidiano afferma che il leader di Forza Italia "è alla guida di una formazione indebolita dalle defezioni degli ultimi anni. Il suo programma economico è stato accolto con "scetticismo" dagli analisti. La Lega, invece, sembra essere in una "posizione di forza" grazie a un discorso anti-europeo e anti-immigrati. Questa situazione preoccupa Forza Italia, consapevole che "l'entrata di Matteo Salvini nel governo sarebbe vista come una catastrofe dai partner europei".

Leggi l’articolo del Monde

Il Movimento 5 stelle è diventato un "guazzabuglio ideologico"

Parigi, 19 feb 08:37 - (Agenzia Nova) - Dopo lo scandalo sui mancati versamenti dei rimborsi da parte di alcuni parlamentari del Movimento 5 stelle, il partito "si è allontanato dai suoi principi di democrazia diretta e sembra un guazzabuglio ideologico". Lo scrive "Libération", aggiungendo che il partito "resta il favorito alle legislative di marzo". Il quotidiano ripercorre i punti più salienti del caso. "L'effetto elettorale dello scandalo è ancora incerto" scrive il quotidiano, sottolineando che si tratta comunque di "un duro colpo" per il Luigi Di Maio. Il candidato del M5s è onnipresente sul piccolo schermo. È lui che, in accordo con la società Casaleggio, seleziona una buona parte dei candidati e prende molte decisioni nella più grande opacità" afferma il giornale.

Leggi l’articolo di Libération

Carlo Calenda, un ritratto politico

Berlino, 19 feb 08:37 - (Agenzia Nova) - Il 44 enne ministro dell’Industria Carlo Calenda (Pd) e il sindaco 39 enne di Roma Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle) sono ai ferri corti circa un piano d’azione contro il declino economico di Roma. Lo scrive il quotidiano tedesco "Sueddeutsche Zeitung", che traccia un profilo del ministro italiano. “Se dovessimo introdurre una tassa sulle sciocchezze nei programmi elettorali, potremmo riqualificare il nostro bilancio”, ha ironizzato Calenda. Dal produttore di auto sportive Ferrari, il manager è passato alla stazione televisiva Sky Italia. Successivamente è stato responsabile delle relazioni internazionali presso Confindustria. Come ministro dell’Industria ha spinto l’internazionalizzazione delle aziende e poi è diventato il pioniere della digitalizzazione dell’economia. Il suo programma di promozione dell’Industria 4.0 ha avuto successo: nel 2017 gli investimenti privati sono aumentati di 30 miliardi di euro. L’export è aumentato del 7,3 per cento, più che in Germania. Calenda vede il principale problema dell’Italia nella inadeguata esecuzione delle misure di riforma sinora adottate. È a favore del libero scambio e di un’Europa forte, come il presidente francese Emmanuel Macron. Emma Bonino, ex ministro degli Esteri e commissario europeo, ha inserito il suo programma in quello del suo partito Più Europa.

Leggi l’articolo della Sueddeutsche Zeitung

 


PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Sette ragioni per cui Rivera non è Berlusconi

Madrid, 19 feb 08:37 - (Agenzia Nova) - Andoni Ortuzar, presidente del Partito nazionalista Basco (Pnv), ha rilasciato un intervista in cui paragona il leader di Ciudadanos, Albert Rivera, all'ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi. Il quotidiano spagnolo pubblica un articolo firmato da Ruben Amun in cui si elencano le sette ragioni per le quali questo paragone non sarebbe dei più opportuni. La prima grande differenza sarebbe quella anagrafica: Rivera aveva 15 anni quando Berlusconi divenne primo ministro italiano nel 1994. Riviera, poi, è entrato in politica grazie alla resistenza alla sovranità spagnola, mentre Berlusconi ha usufruito del vuoto politico lasciato dal processo giudiziario "Mani Pulite" e della fama di cui godeva grazie al Milan. Rivera appartiene alla classe media, Berlusconi è un magnate nel campo dei media, editoria, cinema e settore immobiliare e bancario. Riviera "non ha mai ricevuto neanche una multa per divieto di sosta", Berlusconi non si è potuto candidare alle prossime elezioni del 4 marzo a causa di un processo per frode fiscale. Infine Rivera è una scommessa per il futuro, scrive l'autore dell'articolo, mentre Berlusconi "rappresenta ormai la storia della politica italiana e il grande percussore del fenomeno Trump". Unica similitudine tra i due esponenti politici: una certa visione del liberalismo e una stimolante concezione della libertà commerciale.

Leggi l’articolo del Pais

Tre veicoli carichi di migranti arrivano a Figueras da Ventimiglia

Madrid, 19 feb 08:37 - (Agenzia Nova) - I Mossos d'Esquadra hanno trovato 15 immigrati, di cui 13 uomini e due donne, stipati in tre camion provenienti tutti da Ventimiglia, comune italiano di 25.000 abitanti situato nella regione della Liguria. Lo riferisce il quotidiano spagnolo "El Pais" che aggiunge come undici migranti siano dell'Eritrea e quattro di origine etiope. Il trasportatore, di origine rumena, aveva iniziato il viaggio ieri in Italia e ha attraversato la Francia, dove ha sostato solo per fare rifornimento. Quando ha oltrepassato il confine di La Jonquera, verso le 14.30, ha sentito un rumore nel box del camion. Al casello dell'autostrada AP-7 di Figueres ha allertato i Mossos d'Esquadra che hanno trovato i immigrati, tutti in buone condizioni di salute.

Leggi l’articolo del Pais

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • fabriziocelliforli

    21 Febbraio 2018 - 19:07

    Secondo tentativo. Sono enigmista solutore dilettante. Punto debole : le crittografie che risolvo una su 30. Per me la chiave per interpretare le elezioni è la data: 4 marzo-->Lucio Dalla. Ma la mia acutezza si ferma qui. Cioè: mi manca il nesso Lucio Dalla -> elezioni dal punto di vista ermeneutico in senso enigmistico-crittografico anche se per me la direzione è quella. Ex post forse sarà più facile. intanto l'ho buttata lì..hai visto mai..

    Report

    Rispondi

Servizi