cerca

Lettera d'amore a Edwige Fenech

Social e saké

18 Giugno 2019 alle 06:00

Lettera d'amore a Edwige Fenech

Gentile Edwige Fenech, vi scrivo per dirvi quello che un uomo dice una sola volta nella vita: “Ti amo”. Infatti l’ho detto solo a te e a un’altra di Forlì nel 1995. Però lei non l’ha detto a me, per cui non vale. Sono un commerciante di anni 49. Abito a Milano Marittima (ma neanche). Sono il primo importatore al mondo di saké, la bevanda giapponese più bella.

   

Oggi la mia ditta è fallita, per cui tutto il saké in giro per il mondo che doveva arrivare al mio capannone, non so. Qui trovano chiuso. Al limite lo danno al No profit. Però essendo bevanda alcolica, non so se le autorità vogliono.

  

Ciao amore.

Ho aperto una pagina sui social a te dedicata. Si chiama LOVE (E NEANCHE).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • leless1960

    18 Giugno 2019 - 17:05

    Caro Maurizio Milani, credo di averle già posto nel passato la medesima richiesta, ma non ho avuto risposta. Lei, la mattina, assume qualche sostanza che vorrei provare anche io. Mi sa dare il nome del principio attivo, magari si trova un equivalente, la posologia e il luogo dove se la procura? La ringrazio anticipatamente.

    Report

    Rispondi

Servizi