cerca

Lettera di un segretario comunale di un comune di 3.600 abitanti

Il mio sindaco è un bravo agricoltore, però di leggi dello stato nella Pa non so quasi niente. In pratica faccio tutto io lui firma

2 Ottobre 2018 alle 06:17

Lettera di un segretario comunale di un comune di 3.600 abitanti

Foto Pixabay

Lettera aperta di un segretario comunale di un comune di 3.600 abitanti.

 

Gentile Amici del Foglio vi scrivo in merito alla discussione messa su da Rocco Casalino. Sono segretario comunale di un piccolo comune del Veneto. Il mio sindaco è un bravo agricoltore, però di leggi dello Stato nella P.A. non so quasi niente. In pratica faccio tutto io lui firma.

 

Complimenti per il giornale vi leggo tutti i giorni. Volevo anche dirvi che tutti i miei modesti (ma neanche, diciamo medi) risparmi li metto in Sorgente group.

 

Sono sempre stato innamorato di quel palazzo ad angolo che adesso è anche un diamante speriamo che la banda di Ocean’s Twelve (George Clooney) non faccia un film dove lo vogliono rubare.

 

Però un film essendo finto sì fatelo.

 

P.S. Voto Forza Italia!

Governo tecnico subito!

 

Con Amato Presidente.

 

Gentile Maria Elena Boschi scusa se è qualche tempo che non le scrivo. Ero in casa di Amundsen (il noto esploratore). Il custode della casa museo è andato in ferie e mi hanno messo come sostituto. Come lavoro mi piace. Vengono tanti turisti a vedere dove abitava. Che poi a casa non c’era mai. Ciao un bacio Amore.

 

P.S. Tu risponderai: “E se anche eri a casa di Amundsen (che non ci credo) non potevi scrivermi?”.

 

Hai ragione Amore non ci ho pensato.

 

Tuo Maurizio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi