Questa rubrica è nata per Edwige Fenech

A questo punto è il momento di dirti tutto

Questa rubrica è nata per Edwige Fenech

L'attrice Edwige Fenech sul set di un film (foto LaPresse)

Cara Edwige Fenech, lo dico per la prima volta: questa rubrica è nata e sarà sempre a lei dedicata.

 

Solo un paleontologo di cinquantuno anni di Modena. Ho vinto il concorso nel 1971 al comune come impiegato di concetto. Poi per esigenze interne dell’ente mi hanno spostato. Alle dipendenze del comune siamo due. Io e mio zio di cinquantuno anni. Sono sempre stato innamorato dei vostri film. Sono titolare di due figli entrambi laureati a pieni voti. Uno in Fisica (tesi sulla guapperia) l’altro in Geografia (sempre tesi sulla guapperia). Lei dirà: “Oh bella entrambi con la stessa tesi?”. Infatti Edwige anch’io non capisco. A questo punto è il momento di dirti tutto. Quello che ti ho scritto nella lettera precedente non è vero. Solo che ti amo è giusto. Il resto è frutto di invenzione. Anche questa lettera è piena di balle e mi scuso già da adesso con te.

Un saluto grande.

Maurizio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi