cerca

Dieta dell'estate e prova costume? Basta iniziare a settembre (dell'anno prima)

La dieta dell'estate non esiste, anzi sì ma dura tutto l'anno

4 Luglio 2018 alle 12:44

Dieta dell'estate e prova costume! Basta iniziare a Settembre (dell'anno prima)

Foto di rikerkruz by Flickr

Il panico è all’apice della sua diffusione. Lo specchio non mente, le taglie neanche.

Rotoli di ciccia si afflosciano sull’elastico del costume da bagno, le “tende della nonna” appese a braccia molli svolazzano mosse dalla brezza marina, il doppio mento ostruisce le vie aeree ogni volta che chini il capo per leggere la news di calciomercato sullo smartphone, le cosce sfregano tra loro ad ogni singolo passo sul bagnasciuga… L’estate è arrivata e il tuo fisico pure.

 

Ora speri di rimetterti in forma in 3 settimane, ti alleni a caso e segui l’ultima dieta dell’estate!!! Ma lo sai anche tu che non ha senso. Chi l’ha detto che bisogna mettersi a dieta d’estate? Che bisogna vivere 11 mesi all’anno con 10 kg di troppo, e tutti i danni metabolici che portano, per poi provare a rimediare all’ultimo? E’ proprio una posizione di partenza sbagliata, una condizione a cui non si dovrebbe arrivare! L’unica cosa corretta sarebbe mantenersi in forma (che non vuol dire per forza avere 13 strisce di addominali e il culo di marmo) tutto l’anno. Eeeeh… grazie! La fai facile tu! Vi garantisco che, salvo pochi specifici casi, lo è o meglio lo sarebbe, se solo si facesse un piccolo sforzo mentale. Ma a noi piace fare le vittime di noi stessi, intanto quelli che comprano cagate tutto l’anno al supermercato e che non si muovono mai siamo proprio noi, non il sistema!

 


Che brutte le donne che si tengono in forma!


 

Ormai mantenersi in forma è concepito come un vezzo da fighetti, e la normalità è essere mezzi obesi, flaccidi e con la pressione alta a 40 anni. Non siamo agevolati, questo è certo, ormai sono 50-60 anni che il lavoro è stato privato della sua componente corporea e fisica: non usiamo braccia e muscoli per lavorare ma polpastrelli e parole, non mangiamo le verdure del nostro orto ma le spinacine! Ma è così e bisogna adattarsi. Dobbiamo inserire settimanalmente l’attività fisica e imparare a mangiare in maniera più sana e proporzionale a quello che consumiamo. Se non lo fai non aspettarti di vivere in salute per tanti anni, o di evitare l’abbonamento al Sistema Sanitario Nazionale! Siamo già così bombardati da fattori nocivi come il fumo, lo smog e le radiazioni che fregarsene anche di ciò che direttamente e volontariamente ingeriamo è semplicemente da stupidi, se non da ignoranti.

 

La dieta dell’estate non esiste. Esiste che uno voglia togliere 2 kg (non 20) per essere un po’ più “tirato” quando si pavoneggia in spiaggia, ma dovrebbe avvenire quasi in modo involontario. L’estate e il caldo dovrebbero portare ad un’alimentazione più leggera e fresca, ricca di frutta, verdura e povera di condimenti e salse! Inoltre le vacanze dovrebbero essere un momento per fare un’escursione in montagna, giri in bici e partite a Beach Volley in spiaggia!

E poi…se a giugno non eravate fighi come i vostri idoli di Instagram, non lo diventerete ad agosto, ma non è detto che questa sia una sfortuna.


Buona mangiata a tutti.

Giacomo Astrua

Agonista di professione. Ho vissuto e vivo lo studio, lo sport e il lavoro come un agonista. Nato a Torino. Quarto di cinque figli. Sposato da un anno. Padre. Mi sono dedicato per tre anni alle malattie metaboliche per poi abbracciare del tutto la mia passione per lo sport lavorando come dietista sportivo per atleti olimpici, calciatori di massimo livello e per la FIAT Torino Auxilium.
In Cibo Veritas nasce per questa passione, questo agonismo per il mondo della nutrizione e per il cibo!
Buona mangiata a tutti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi