Il derby con il comune e la città è appena iniziato

Le mosse di Inter e Milan per provare a convincere Milano dell'opportunità del nuovo stadio

Il derby, non tra Inter e Milan, ma tra le due società calcistiche alleate in un ideale dream team degli investimenti e il comune di Milano è appena iniziato. Il progetto complessivo – da non confondere con le due varianti architettoniche del solo impianto sportivo – presentato la settimana scorsa alla città deve passare il vaglio del consiglio comunale. E’ probabile che dal comune arriverà – quantomeno – la richiesta di modificare il volume totale di costruzione, per uniformarlo ai coefficienti del Pgt, anche se la legge sugli stadi presa in considerazione dai due club consente un’edificazione quasi doppia. Una simile riduzione alzerebbe di molto il costo dell’operazione.

 

Nel frattempo, Inter e Milan continuano (o per meglio dire iniziano) l’operazione di comunicazione-convincimento con la città, e soprattutto con il quartiere San Siro. Hanno infatti accolto l’invito del consiglio di Zona 7 per un’assemblea pubblica in cui verrà illustrato il progetto del nuovo stadio. Il “piano B”, ovvero l’ipotesi di puntare all’area ex Falk di Sesto San Giovanni, per ora resta “un piano B”.

Di più su questi argomenti: