cerca

Capristo, atto finale

Dal Petruzzelli a Trani. La storia del procuratore di Taranto (arrestato) racconta 30 anni di malagiustizia

19 Maggio 2020 alle 21:38

Capristo, atto finale

Carlo Maria Capristo

Roma. Il procuratore capo di Taranto Carlo Maria Capristo, colui che si sta occupando dell’Ilva, è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di abuso d’ufficio e favoreggiamento. La procura di Potenza sostiene che Capristo avrebbe tentato di pilotare alcune indagini della procura di Trani, da lui guidata fino a qualche anno fa. Insieme a lui è indagato anche il suo successore, l’ex procuratore di Trani Antonino Di Maio, e i facoltosi imprenditori pugliesi Mancazzo. Secondo i magistrati potentini, il procuratore...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi