cerca

Il coronavirus è la Chernobyl cinese? Due disastri simili, ma in regimi diversi

Xi Jinping è più forte di Gorbaciov. La Cina non è l’Urss

Giulia Pompili

Email:

pompili@ilfoglio.it

15 Febbraio 2020 alle 06:12

Il coronavirus è la Chernobyl cinese? Due disastri simili, ma in regimi diversi

foto LaPresse

Roma. Chernobyl è l’esempio più evocato in queste settimane di emergenza in Cina. Il caos che è venuto dopo l’incidente nella centrale nucleare di Pripyat, nel 1986, è considerato l’inizio della caduta dell’Unione sovietica. Con il disastro i russi capirono che lo stato non era più quello che salvava i suoi cittadini, piuttosto tentava di nascondergli la verità: si era rotto il patto sociale che teneva in piedi il sistema.   Mikhail Gorbaciov, magari non direttamente responsabile ma leader di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulia Pompili

Giulia Pompili

Giulia Pompili è nata il 4 luglio. E' giornalista del Foglio dove scrive soprattutto di Asia – nel 2012 ha vinto il premio giornalistico "Umberto Agnelli" della Fondazione Italia Giappone. Recita a memoria i test missilistici di Kim Jong-un, ma pure le canzoni degli Afterhours. E' terzo dan di kendo.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi