cerca

Un milione per cento di inflazione

L’economia venezuelana è a livelli di devastazione visti di rado nella storia recente

24 Luglio 2018 alle 20:34

Un milione per cento di inflazione

Il 20 giugno 2018. Un uomo conta 1000 banconote Bolivar per comprare generi alimentari nel mercato municipale di Coche, un quartiere di Caracas (foto LaPresse)

Secondo le stime del Fondo monetario internazionale, quest’anno l’inflazione in Venezuela arriverà a 1.000.000 per cento. Vogliamo ripetervelo in lettere, per restituire meglio l’idea: inflazione a un milione per cento. Non solo. Il pil crollerà del 18 per cento, sempre secondo le stime del Fondo, e questo sarà il terzo anno di fila che l’economia subisce una contrazione a doppia cifra. Sono numeri che ormai non testimoniano soltanto la miopia dell’amministrazione economica del regime di Nicolás Maduro, come ricorda l’autore dell’articolo del Fmi, per cui la crisi venezuelana è generata oltre che da “un calo significativo della produzione del petrolio” anche da “distorsioni generalizzate a livello micro che agiscono su grandi squilibri macroeconomici”, che tradotto significa: totale incapacità di gestire il paese.

 

Questi numeri testimoniano anche una crisi umanitaria con pochi precedenti nella storia recente, che ormai non è fatta più soltanto di file ai supermercati e prezzi gonfiati al mercato nero, ma anche di malnutrizione, carenza di cure mediche per i bambini, ondate di profughi che scappano nei paesi vicini. Insomma, la fase in cui il resto del mondo si accapiglia sulla bontà del modello chavista dovrebbe essere dichiarata conclusa per manifesta incapacità del suddetto modello, e bisognerebbe unirsi per salvare il popolo venezuelano affamato dai suoi aguzzini socialisti. Purtroppo la propaganda di regime continua a fare danni, e ancora di recente autorevoli giornali italiani citavano con toni speranzosi il “petro”, la moneta digitale su blockchain di stato che Maduro ha annunciato come manna per l’economia, per non parlare dei partiti politici che fino a pochi mesi fa additavano Caracas a modello. Ecco i risultati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • fiorevalter

    25 Luglio 2018 - 00:12

    da girare ai vari Bagnai, Dibbà e compagnia...

    Report

    Rispondi

  • gheron

    24 Luglio 2018 - 22:10

    Solo se guidato da un sindacalista, compagno e "socialista", uno Stato può permettersi tali vette di miseria, disordine sociale e disperazione per i propri cittadini. Noi ci proviamo da oltre cinquant'anni... Per nostra fortuna ( ma non è che ce ne manchino...) non siamo ancora riusciti a scegliere quello giusto.

    Report

    Rispondi

  • stearm

    24 Luglio 2018 - 21:09

    Per favore evitiamo di usare il termine 'socialista' per descrivere lo scempio del chavismo. Pensiamo a Bernstein, pensiamo pure a Craxi se volete. O almeno definiamolo 'socialista' tra virgolette. Ecco almeno le virgolette.

    Report

    Rispondi

Servizi