Le mazzate di Trump a Obama e all'Onu: "Un club per divertirsi, che tristezza"

Redazione

Il prossimo presidente degli Stati Uniti rimprovera a quello uscente la diminuzione dei posti di lavoro, l'Isis e l'Obamacare. E sulle Nazioni Unite: "Lì si chiacchiera e basta"

Donald Trump contro Barack Obama e l'Onu. Dal suo profilo Twitter, il magnate non ha risparmiato critiche al presidente degli Stati Uniti uscente. In mattinata Obama aveva detto che se avesse avuto la possibilità di candidarsi per un terzo mandato avrebbe rivinto le elezioni. “Deve dire così, ma io rispondo 'assolutamente no'”, ha scritto Trump, rimproverando tra l'altro a Obama la diminuzione dei posti di lavoro negli Stati Uniti, l'Isis e l'Obamacare.

 

 
The Donald usa inoltre toni trionfalistici parlando delle settimane successive al suo successo elettorale: “Il mondo era triste prima che io vincessi. Non c'era speranza, ora il mercato è salito del 10 per cento e le spese per Natale hanno superato i mille miliardi di dollari”.

 

 

Le dichiarazioni più critiche però Trump le ha riservate all'Onu, specialmente dopo la risoluzione del Consiglio di sicurezza contro gli insediamenti israeliani in territorio palestinese. “Le Nazioni Unite hanno un grande potenziale, ma al momento sono solo un club dove le persone si riuniscono, chiacchierano e si divertono. È molto triste”, ha twittato Trump.

 

Di più su questi argomenti: