cerca

Arrestato a Lipsia un rifugiato siriano. Per la polizia potrebbe essere legato all'Isis

Jabel Albakr era arrivato in Germania lo scorso anno e aveva ottenuto lo status di rifugiato. Nel suo appartamento sono stati rinvenuti esplosivi che potrebbero far parte dell'arsenale usato negli attentati di Parigi e Bruxelles.

10 Ottobre 2016 alle 10:14

Arrestato a Lipsia un rifugiato siriano. Per la polizia potrebbe essere legato all'Isis

Un militare in Germania (foto LaPresse)

La polizia tedesca ha arrestato Jaber Albakr, un rifugiato siriano 22enne originario di Damasco e sospettato di voler compiere un attentato terroristico in Germania. Da due giorni le forze di sicurezza dell'intero paese si erano mobilitate dopo che nell’appartamento dell’uomo, in Sassonia, era stato trovato un potente esplosivo su segnalazione dell'intelligence tedesca. Albakr è stato arrestato nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 ottobre a Lipsia, in un appartamento di un suo connazionale. In base a quanto riferiscono i media tedeschi, i due uomini si erano conosciuti alla stazione. Albakr aveva chiesto ospitalità al connazionale che lo aveva invitato a casa e, dopo averlo riconosciuto, aveva subito avvertito la polizia. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione hanno trovato Albakr già legato.

 


Jaber Albakr in un'immagine della polizia


 

L'uomo arrestato sarà trasferito nel corso della giornata a Karlsruhe, sede del procuratore federale tedesco competente per i casi di terrorismo. "I metodi e il comportamento del sospettano suggeriscono un legame con l'Isis" ha affermato il capo della polizia della Sassonia, Joerg Michaelis, e secondo gli inquirenti, “tutto lascia pensare che il sospettato avesse intenzione di commettere un attentato islamista”. I media tedeschi avevano parlato dei possibili obiettivi del terrorista citando in particolare un aeroporto a Berlino. Joerg Michaelis riferisce che il sospettato aveva cercato su internet istruzioni per costruire una bomba: "E' ragionevole pensare che stesse preparando una cintura esplosiva o che l'avesse già costruita". La polizia non esclude che il materiale esplosivo rinvenuto nell'appartamento possa appartenere allo stesso arsenale impiegato negli attentati di Parigi del 13 novembre 2015 e di Bruxelles del 22 marzo 2016.

 

Nel 2015 più di un milione di immigrati irregolari sono giunti in Germania, molti dei quali sono fuggiti dal conflitto in Siria. Il partito bavarese CSU, alleato del partito di Angela Merkel, ha chiesto controlli più rigidi nei confronti dei richiedenti asilo e un maggior impegno nell'individuazione di potenziali estremisti tra i migranti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi