cerca

Il caso per un Nirvana monetario e la profezia eretica di Dalio

Le tensioni commerciali spingono le Banche centrali verso altri stimoli. In futuro potranno agire di concerto con i governi?

9 Maggio 2019 alle 10:32

Il caso per un Nirvana monetario e la profezia eretica di Dalio

La sede della People’s Bank of China a Pechino (foto LaPresse)

Roma. Gli effetti degli aumenti tariffari minacciati dal presidente americano Donald Trump potrebbero ridurre il pil cinese mentre le rappresaglie di Pechino avrebbero solo un impatto marginale sugli Stati Uniti. Un effetto tangibile dell’imposizione di dazi è stata la riduzione delle esportazioni cinesi verso gli Stati Uniti: nel primo trimestre dell’anno l’export cinese verso gli Stati Uniti è stato inferiore di 13 punti percentuali rispetto all’export cinese verso il resto del mondo. Secondo Capital economics, siccome il 3,2 per cento...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Alberto Brambilla

Alberto Brambilla

Nato a Milano il 27 settembre 1985, ha iniziato a scrivere vent'anni dopo durante gli studi di Scienze politiche. Smettere è impensabile. Una parentesi di libri, arte e politica locale con i primi post online. Poi, la passione per l'economia e gli intrecci - non sempre scontati - con la società, al limite della "freak economy". Prima di diventare praticante al Foglio nell'autunno 2012, dopo una collaborazione durata due anni, ha lavorato con Class Cnbc, Il Riformista, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e il settimanale d'inchiesta L'Espresso. Ha vinto il premio giornalistico State Street Institutional Press Awards 2013 come giornalista dell'anno nella categoria "giovani talenti" con un'inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi