Bitcoin paranoia

Redazione

Si sgonfia la bolla della criptovaluta a un anno dalla mania che l’ha generata

La bolla delle criptovalute continua a sgonfiarsi. Nelle ultime due settimane il valore di Bitcoin è sceso del 40 per cento. Il prezzo dei Bitcoin è sotto i 4.000 dollari, ovvero ai minimi da quattordici mesi. Nelle ultime dodici sedute su quattordici la più famosa criptovaluta ha registrato un arretramento, e ha perso quasi un terzo del suo valore negli ultimi sette giorni. La capitalizzazione totale è arrivata a 70 miliardi di dollari circa mentre era di 330 miliardi nel dicembre dell’anno scorso, quando le quotazioni avevano toccato i massimi vicino a 20 mila dollari. Anche se l’impatto non è tale da generare danni economici, questa potrebbe essere una tragedia personale per quanti hanno acquistato nel pieno della bolla mediatica, l’inverno scorso. A dieci anni da quando è apparso il paper di Satoshi Nakamoto, uno sconosciuto tuttora non identificato, che spiegava il protocollo Bitcoin, il saldo non è esaltante.

  

  

  

Probabilmente queste ultime notizie serviranno nella disputa tra detrattori ed entusiasti a fare segnare un punto ai primi, tra i quali ci sono banchieri e Banchieri centrali che negli anni hanno sistematicamente avvertito i risparmiatori di non credere alla possibilità di arricchirsi facendo trading sulle criptovalute perché il rischio è quello di perdere parte dell’investimento a causa della evidente volatilità di uno strumento instabile. Se infatti nel dicembre scorso assistevamo a una Bitcoin-mania che faceva aumentare le valutazioni della criptovaluta, adesso stiamo assistendo, al contrario, a un panico da vendite per cui gli investitori si allontanano. E’ un momento di paranoia da parte degli investitori perché le valutazioni di Bitcoin si basano sulla domanda sottostante, e se gli investitori si allontanano il valore cala di conseguenza. Questo non servirà a fare cambiare idea ai regolatori nazionali, è notizia di ieri che le aziende dell’Ohio potranno pagare le tasse in Bitcoin, ma probabilmente motiverà qualche cautela in più da parte di investitori in cerca di guadagni facili.

Di più su questi argomenti: