cerca

La guerra ai guardiani del Mef

Prima Casalino, poi la manovra del balcone. Mai così lontani il governo e la Ragioneria dello stato

30 Settembre 2018 alle 06:00

La guerra ai guardiani del Mef

L'ingresso della sede del ministero dell'Economia a via XX Settembre (foto Imagoeconomica)

Magari c’è la tentazione di metterli in riga quelli della Ragioneria e del Mef, politicizzarli di brutto, trasformarli in portavoce come se fossero parlamentari grillini, asservirli a Rocco Casalino, ma poi chissà se servirebbe. Lo faranno, intendiamoci. Il progetto è quello e se il governo va avanti, come ha addomesticato le perplessità di Giovanni Tria, potrà, gradualmente, inserire nuovi nomi nei ruoli centrali della grande burocrazia di stato. Lo faranno, ma poi se ne pentiranno. Perché un ufficio I loro...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi