cerca

Come ne scriveremo

Con quali romanzi, con quali storie, con quali dettagli e quali fantasie racconteremo i giorni neri dell’epidemia? C’era una volta una vecchina che contava gli starnuti degli altri...

20 Aprile 2020 alle 09:48

Come ne scriveremo

romanzi nei quali l’epidemia avrà lasciato tracce o proietterà un’ombra lunga saranno molto diversi dai resoconti, dai diari (LaPresse)

“Descrivere la crocifissione è come, come un pittore cui viene detto, su, dai, disegna un vaso di fiori: come si fa? Tutti i più grandi pittori hanno già disegnato un vaso di fiori. O un tramonto. Nell’arte ci sono innumerevoli crocifissioni, migliaia di quadri della crocifissione, e ci sono racconti, romanzi, un sacco di film, e ovviamente prima di tutto ci sono le vivide descrizioni nel Nuovo Testamento”, dice Amos Oz a Shira Hadad in un libro-intervista tradotto da Elena...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Cacciapuoti

    20 Aprile 2020 - 16:03

    E' il solito ritornello (che diremo/scriveremo) dell'oziosità irrecuperabile.

    Report

    Rispondi

Servizi