cerca

Pablo Picasso, sei un mito

Da Arianna all’eterno ritorno del Minotauro. Il debito fondamentale di un artista rivoluzionario con l’antichità classica. Una mostra a Milano svela l’alchimia creativa del pittore e i suoi modelli

5 Novembre 2018 alle 11:13

Pablo Picasso, sei un mito

Pablo Picasso, “L’abbraccio” (1970)

Il bambino prodigio, il giovane cosciente della sua capacità che studiò i pittori del passato e del contemporaneo e riuscì – da artista bohèmien nella Parigi di inizio secolo – a creare, unendo lo stile classico a quello cubista, capolavori come “Les Demoiselles d’Avignon” (1907), “Guernica”(1937) e molti altri, passando per il periodo blu e quello rosa. Pablo Picasso (1881-1973) ci ha talmente abituati alla sua dualità da arrivare alla conclusione che la compresenza di linguaggi artistici diversi non fu...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuseppe Fantasia

È nato a L’Aquila, ma vive a Roma, ha una laurea in Legge, ma ha scelto di fare il giornalista. Scrive per l'HuffPost Italia, Marie Claire ed Elle Decor. Su Il Foglio si occupa delle pagine culturali, scrive di libri, arte e spettacolo e ogni giovedì c'è "Odo Romani far Festa", la sua rubrica da cui viene fuori tutto il meglio (e il peggio) delle feste della Capitale e non solo. GiFantasia su Twitter, @gifantasia, su Instagram

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    05 Novembre 2018 - 12:12

    Per millenni l'arte figurativa è sempre stata figurativa -anche a volte pura simbologia concettualizzabile- rappresentava la realtà così come era ,Fidia bassorilievi mosaici affreschi dipinti - poi alla fine del secoloXIX qualcuno si scocciò del figurativo tipo fotografia e con sapienza si inventò una figuratività approssimata ma comprensibile .Poi daje e daje si inventò il figurativo informale fino all'astrattismo .Ora la pittura ha svirgolato in ogni direzione e i maestri dell'estetica progressisti capeggiati dal pensiero politico sinistro ha fatto tana libera tutti. Ma il mio rovello è , tra una pala di Raffaello - velo pietoso su la cappella Sistina - e un Picasso o un Burri esposti in una sala , le migliaia e migliaia di visitatori, quale sceglierebbero potendo portarsele a casa aggratis ?lds

    Report

    Rispondi

Servizi