cerca

Aristotele, aiutaci tu

La sua logica, un antidoto alla politica tutta slogan e tweet. Parla il filosofo Giovanni Ventimiglia

24 Settembre 2018 alle 12:50

Aristotele, aiutaci tu

Raffaello, "La scuola di Atene", 1509-1511 (Musei Vaticani). Al centro Platone e Aristotele

Il normanno re di Sicilia Ruggero II tracciò la strada alcuni decenni dopo l’anno Mille. L’occidente cristiano si apriva alla cultura greca e pagana. Suo nipote, Federico II di Svevia, “stupor mundi et immutator mirabilis”, in pieno Medioevo commissionò allo scozzese Michele Scoto la traduzione della Metafisica di Aristotele, accompagnata dal commento di Averroè, filosofo della Spagna musulmana. Infine consegnò il testo alla neonata Università di Napoli dove la divulgazione fu affidata a Pietro d’Irlanda.   Riepilogando: “Un irlandese insegna...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Beresina

    Beresina

    24 Settembre 2018 - 15:03

    tante cose vere sull'Italia, niente da dire, però come sempre si tende così a vedere l'Italia come una realtà unica e speciale, sia pure in chiave negativa, mentre l'Italia, con tutti i suoi difetti, anzi proprio per questo, è solo parte della generale umanità. il discorso fsarebbe lungo ma mi ha colpito proprio l'affermazione che in Italia si è solo parte di una tribù. eppure c'è proprio un articolo di Foreign Affairs che denuncia questo come un fatto generale in tutte le società, erroneamente misconosciuto dai commentatori politici...

    Report

    Rispondi

Servizi