Vita-Finzi, uno scettico erudito nel paese delle ideologie

Diplomatico di professione, era anche un letterato e un arguto polemista. Ancora attuale “Le delusioni della libertà”. Il capolavoro dell’Antologia apocrifa e il plauso di due lettori d’eccezione: Eco e Contini

26 Marzo 2018 alle 13:21

Uno scettico erudito nel paese delle ideologie

Armando Pizzinato, “Un fantasma percorre l’Europa”, 1950 (Venezia, Fondazione Musei civici, Galleria internazionale d’arte moderna di Ca’ Pesaro)

Nella generale sfortuna delle idee liberali nell’Italia del Novecento è da notare il fatto che a difendere e diffondere queste idee siano state soprattutto figure d’intellettuali appartate, estranee alle consorterie accademiche ed editoriali, propense più al dibattito estemporaneo sui quotidiani e sui periodici che alla lenta meditazione dei trattati. Di qui, da questo parziale isolamento, il timbro fioco della voce di molti di questi liberali: poco letti alla loro epoca, in un’Italia ideologicamente orientata in direzioni diverse, poco noti oggi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Verulamia

    26 Marzo 2018 - 15:03

    Bellissimo articolo!

    Report

    Rispondi

Servizi