Calabria infelix

L’omicidio di Soumayla, le imposture letterarie: ecco il sud che non cambia mai. E poi c’è il sud nel cuore, nel romanzo di Sonia Serazzi

10 Giugno 2018 alle 06:10

Calabria infelix

Una manifestazione a San Calogero dopo la morte di Soumayla Sacko. Foto LaPresse

Chi vive in Calabria. A San Calogero, nel vibonese, hanno ammazzato Soumayla Sacko, maliano, ventinove anni, figli, moglie, un lavoro, tutto in regola. Col fucile, praticamente per strada. Indagato per l’omicidio è un agricoltore: 43 anni, qualche precedente poco rilevante per poco rilevanti litigi. “Eccolo qui il sud dell’Italia 2018 così orribilmente simile a quello dell’Italia 1948”, ha scritto Flavia Perina. E ha ricordato che Mimmo Cangemi, in Attenti al sud, ha definito la popolazione calabrese “una maggioranza in libertà...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi