Il sequestro del centro Norcia 4.0 e l'accordo di governo in Israele. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo martedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

13 Marzo 2018 alle 21:08

Il sequestro del Centro Norcia 4.0 e  l'accordo di governo in Israele. Le notizie del giorno, in breve

Il premier di Israele Benjamin Netanyahu (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

La disoccupazione e’ scesa all’11,2 per cento nel 2017, al minimo da quattro anni. Lo afferma l’Istat, secondo cui l’occupazione è salita al 58 per cento grazie ai contratti a tempo. Al sud il tasso di disoccupazione è il triplo rispetto al nord e il doppio del centro. I non occupati calano tra i giovani e aumentano tra gli over 50.

 

L’Italia crescerà dell’1,5 per cento nel 2018 secondo l’Ocse. Nel suo Interim economic outlook l’organizzazione lascia invariate le stime rispetto a novembre.

 


 

“Mai al governo con il Pd”, ha detto Matteo Salvini, che ha rilanciato l’idea della flat tax e non ha escluso di ignorare il tetto del 3 per cento nel rapporto deficit/pil.

 

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina si è dimesso da ministro e lascia l’interim dell’Agricoltura a Gentiloni.

 


 

L’Ue teme l’incertezza italiana, secondo il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan: “Tutti mi hanno chiesto cosa succederà e gli ho detto che non lo so”, ha detto.

 


 

E’ stato sequestrato il centro Norcia 4.0 progettato dopo il terremoto dall’architetto Stefano Boeri, secondo cui si tratta di un “gigantesco equivoco”.

 


 

Iliad è pronta al debutto in Italia. La compagnia francese di tlc lancerà il pacchetto Free prima dell’estate.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib -0,32 per cento. Differenziale Btp-Bund a 128,2 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,24 sul dollaro.

 


 

DAL MONDO 

 

In Israele non ci saranno le elezioni anticipate. Il primo ministro Benyamin Natanyahu e i partiti che fanno parte della coalizione di governo hanno raggiunto un’intesa sulla legge che prevede l’esenzione degli ebrei ortodossi dalla leva obbligatoria.

 


 

Trump vuole forti dazi contro la Cina. Il presidente degli Stati Uniti lo ha detto durante una riunione alla Casa Bianca, in cui ha annunciato anche restrizioni sugli investimenti come risposta alle accuse di furto di proprietà intellettuale. Lo riferiscono indiscrezioni giornalistiche.

 


 

Rami Hamdallah ha subito un’attentato. Il premier palestinese e il capo della sicurezza, Majed Freij, sono stati colpiti da un ordigno lungo la strada di ingresso a Gaza.

 


 

Volkswagen punta sui modelli elettrici e investe 20 miliardi di euro nelle componenti e nei materiali necessari per produrre batterie. 16 fabbriche nel mondo produrranno auto a elettricità entro il 2022.

 


 

Battisti può essere estradato. La Procura brasiliana ha stabilito che, se il presidente Temer lo vorrà, Cesare Battisti, può essere consegnato all’Italia.

 


 

Theresa May minaccia chiudere di Rt, l’emittente russa vicina al Cremlino, come ritorsione per l’avvelenamento di Skripal

 


 

Lo Sri Lanka potrebbe vietare i social, si tratta di una misura del governo per limitare la violenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi