cerca

#HoSceltoMilano passa alla fase due: contribuire al bene comune in modo costruttivo

Proposte per migliorare attivamente la propria città. "E' importante riconoscere l’imperfezione di alcuni politici, ma è da rispettare e incoraggiare la scelta di servire il nostro paese", dice Mattia Mor

12 Gennaio 2018 alle 17:19

#HoSceltoMilano passa alla fase due: contribuire al bene comune in modo costruttivo

Un manifesto della campagna "HoSceltoMilano"

E siamo alla fase due, a quella propositiva. A meno di due mesi dal lancio di #HOSCELTOMILANO / #HOSCELTOLITALIA, il progetto civico ideato dal manager e imprenditore Mattia Mor con un racconto multimediale di storie e persone che hanno scelto Milano per vivere e lavorare, si stanno ora raccogliendo idee e proposte su come migliorare la città e l’Italia. Qualche numero raccolto fino a qui: quasi 2,5 milioni di visualizzazioni, più di 30.000 like, quasi 15.000 commenti sui video della prima parte, e un successo di pubblico avuto nei primissimi giorni di questa seconda fase, con 1.100 commenti nelle prime 4 ore di lancio del video, dove le persone hanno espresso proposte per migliorare le proprie città in tutta Italia, sotto l’hashtag #HOSCELTOLITALIA, anche grazie al sostegno di Friendz, una community online gestita da ragazzi ventenni, fondata da Cecilia Nostro. “Con le elezioni che si avvicinano – racconta Mattia Mor – siamo assordati da tattiche politiche, liste, nomi, regole, promesse elettorali e troppo spesso ci dimentichiamo di rivendicare il nostro diritto di dire cosa veramente desideriamo, quello in cui si crede, il valore della comunità, la qualità dell’esperienza vissuta... ciò che serve per migliorare.

 

 

"Crediamo che sia importante riconoscere l’imperfezione di alcuni politici, ma è da rispettare ed incoraggiare la scelta di servire il nostro paese e le nostre città. Perché è facile gridare 'tutti a casa' stando dietro allo schermo di un telefonino, ma allo stesso modo il bello della tecnologia oggi ci permette di essere attivi 'da remoto' contribuendo al bene comune in modo costruttivo. Questo è quello che ha stimolato HSM, sentirsi parte di un progetto, di un racconto”.

  

Dalla serata inaugurale tenuta al teatro Parenti, dove la partecipazione di centinaia di persone ha animato il lancio del progetto, questa sera ci si sposta all’università, al Politecnico dove verranno presentate alcune delle 150 proposte arrivate da donne e uomini milanesi che hanno raccontato (attraverso dei video) come renderebbero migliore Milano e qual’è la loro idea per la città. In una serata aperta al pubblico i più giovani prenderanno la parola e interagiranno con "grandi milanesi" per confrontarsi sui temi emersi dai filmati. Tra gli ospiti presenti Demetrio Albertini, Linus, Selvaggia Lucarelli, Francesco Cancellato, Maria Vittoria Rava, Alessandra Perrazzelli, Andrea Pezzi, Marco Gualtieri, Federico Clapis, Davide Oldani, Tommaso Arrigoni, Cesare Battisti, Ada Lucia De Cesaris, Sergio Scalpelli, Pap Khouma, Settimio Benedusi, Helen Nonini, Cecilia Nostro, Mario Boselli, ma soprattutto tanti giovani maturandi e universitari che porteranno le proprie proposte per la città. “Per il 2018, uno dei nostri obiettivi, è di fare crescere la partecipazione dei giovani, che troppo spesso sono lontani dalla politica e disillusi sul proprio futuro. Con il progetto di "#HOSCELTOMILANO: are, ere, ire - ascoltare, decidere, agire” cerchiamo di risvegliare e dare concretezza alla passione civica che deve essere motore per il futuro del nostro paese. E’ un obiettivo ambizioso e difficile, ma ce lo dicevano anche quando abbiamo lanciato hsm a novembre”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi