cerca

La strada dei sogni

Desideri sviliti dalla cultura del bisogno, che chiede e ottiene rapide soddisfazioni. Guardate invece la fatica e il sorriso di Marcello Fonte

28 Maggio 2018 alle 14:57

La strada dei sogni

Marcello Fonte al Festival di Cannes. Foto LaPresse

Nel mondo che inscena la commozione per qualche like su Instagram, il ”Dogman” Marcello Fonte che sale sul palco del Festival del cinema di Cannes ed evoca le lamiere della baracca della sua infanzia, quando scambiava il tamburellare della pioggia per applausi, sembra uscire dall’epoca dimenticata di “Cuore” e di quella cultura del bisogno che ormai molti di noi scambiano per gonfia retorica, insieme con tutta la letteratura che la celebra. Il ragazzino poverissimo che si fa strada per la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi