cerca

La svolta autoritaria di Renzi secondo Bonsanti

“Ci hanno riso dietro, adesso abbiamo vinto”. Il titolo di ieri sul Fatto quotidiano, sintetizzando un famoso aforisma di Gandhi, riassume fedelmente il senso del breve articolo di Sandra Bonsanti

9 Dicembre 2016 alle 06:00

renzi

Matteo Renzi (foto LaPresse)

“Ci hanno riso dietro, adesso abbiamo vinto”. Il titolo di ieri sul Fatto quotidiano, sintetizzando un famoso aforisma di Gandhi, riassume fedelmente il senso del breve articolo di Sandra Bonsanti. Un bollettino di vittoria della giornalista animatrice dell'associazione “Libertà e Giustizia”, nata sotto l’alto patrocinio del principe Gustavo Zagrebelsky. In particolare Bonsanti ricorda polemicamente le ironie, alcune delle quali sfioravano il dileggio, che accolsero un comunicato della associazione – nel momento in cui si votava in parlamento la riforma costituzionale – intitolato “Verso la svolta autoritaria”. Una impostazione che a molti parve eccessiva. Ora il risultato del referendum consente a Bonsanti di poter dire che quei molti si sono rivelati lontani dall'essere abbastanza. Poco da obiettare su questo aspetto, anche se quel comunicato più che per il titolo si prestava alla critica per il contenuto, giacché vi si invitava il presidente della Repubblica a bloccare, in nome della difesa della Costituzione, il Parlamento mentre stava votando una legge. Sarebbe stato un intervento ancor più che anti costituzionale, addirittura eversivo. Comunque la svolta autoritaria temuta è stata vanificata dal voto di Bonsanti, e tanti altri, come Grillo, Salvini e “Forza Nuova”, che l’ha denunciata con appositi manifesti. Resta però in campo l’aspirante autocrate che ora viene additato per due nuovi gesti di chiara marca autoritaria, come segnala ironicamente Mattia Feltri su Twitter. Renzi infatti per prima cosa si è dimesso e ora pretende che si vada ad elezioni. Incorreggibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • fabriziocelliforli

    09 Dicembre 2016 - 18:06

    Se possibile, ancor più e oltre il contenuto assai approssimativamente approssimativo ma sicuramente grossolano del c.d tweet succitato, mi reca danno psicofisico insostenibile il trucchetto per eludere i 140 caratteri: si fa una "fotina" e via..va detto che è tutto un imperversare dell'aggiramento dei 140, manco fossero km orari..

    Report

    Rispondi

Servizi