cerca

Ecco perché ci piace tanto la foto dei quattro cani in attesa fuori dall'ospedale

Attendono il ritorno del loro padrone, un senzatetto che si era sentito male. E ci consentono di scaricare la responsabilità del prendersi cura dei deboli direttamente su una specie diversa

14 Dicembre 2018 alle 17:49

Ecco perché ci piace tanto la foto dei quattro cani in attesa fuori dall'ospedale

Perché ci piace la foto dei quattro cani in attesa davanti all’ospedale? Domenica un’infermiera brasiliana ha postato su Facebook l’immagine dei quadrupedi che attendevano il ritorno del padrone, un senzatetto che si era sentito male, e da allora è stata una lenta marea montante di like e condivisioni, centinaia di migliaia, tante da diventare oggi una notizia sui nostri giornali all’altro capo del mondo. La foto virale; la storia che ha commosso il web; i quattro migliori amici dell’uomo. Fatto sta che ognuno di quei – al momento – centotrentamila pollici alzati, senza contare le condivisioni, sono altrettanti indici puntati contro il dato di fatto che, se quei quattro cani trepidavano sulla soglia, era perché non c’era nessun altro ad aspettare il loro padrone senzatetto. E se ci commuove tanto vedere nei loro occhi un residuo di umanità è anche perché il dire quanto siano buoni e dolci consente di scaricare la responsabilità del prendersi cura dei deboli non solo su qualcun altro ma direttamente su una specie diversa. 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Caterina

    Caterina

    14 Dicembre 2018 - 18:06

    È permesso pensare che questi cani sanno che dipendono dal padrone per il loro cibo e che potrebbero aspettarlo, anche, per questo?

    Report

    Rispondi

    • raffaele@linuxmail.org

      raffaele

      17 Dicembre 2018 - 04:04

      Sì, per chi non hai mai posseduto un cane è assolutamente lecito pensarlo.

      Report

      Rispondi

      • Bacos50

        17 Dicembre 2018 - 12:12

        Credo sia inutile insistere, tanto la Signora non capirebbe. E' convinta ci sia sempre un tornaconto dietro qualsiasi sorriso e/o espressione di affetto, anche la più spontanea e in quel caso ancor più destabilizzante, perché meno comprensibile e spiegabile.

        Report

        Rispondi

    • Giovanni

      15 Dicembre 2018 - 08:08

      "anche" ma non solo. Un gruppetto di cani come quello della foto può facilmente procurarsi del cibo. Il cane mangia di tutto ed ha una naturale propensione alla caccia di gruppo (il cosiddetto "branco") ma la mente del cane è assai complessa con sentimenti articolati più o meno come quelli dell'essere umano e fra questi c'è senz'altro l'amore, l'ansia, il dolore per l'assenza di un componente del branco. Se poi è il capo branco a mancare (il cosiddetto "padrone") l'ansia può addirittura diventare parossistica e non certo per la fame. Se lo desidera può leggere dei libri sulla psicologia del cane, ce ne sono diversi e potrebbe scoprire lati sorprendenti di questi veri e propri compagni di vita.

      Report

      Rispondi

Servizi