C'è un nuovo problema a Genova

Andrea Marcenaro

Come se non bastasse il ponte, i genovesi stanno dannandosi l’anima e stanno tutti lì a discutere su una questione decisiva per il futuro della città

Come se non bastasse il ponte, Genova, la mia città, adesso ha sulle spalle un problema nuovo. Come sapete a Genova c’è il porto e, si potrà pure fare meglio, ma vengono caricati e scaricati ogni giorno, al momento, diecimila container circa. Non proprio una quisquilia. E la questione è questa. Ultimamente i genovesi stanno dannandosi l’anima e stanno tutti lì a discutere, ma senza saper decidere, se sarà più conveniente usare il Terzo valico e la Torino-Lione per spedire i container oltre le Alpi, vale a dire in mezza Francia e altrove (come d’altronde starebbe scritto nell’indirizzo), o se non convenga piuttosto mandarli solo a Torino e fargli fare avanti e indré nella nuova metropolitana.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.