cerca

Quanti guai in vista per Israele

Dal prossimo mese di maggio le Nazioni Unite si organizzeranno così. E di problemi ce ne saranno tanti

11 Aprile 2018 alle 06:03

Quanti guai in vista per Israele

Certo non sono pochi i motivi per cui lamentarci, qui in Italia, ma pensate a Israele, dal momento che nel prossimo mese di maggio le Nazioni Unite si organizzeranno nel modo seguente: l’Arabia Saudita presiederà il Consiglio per i Diritti umani; l’Iran presiederà la Commissione Onu per i Diritti delle Donne; la Turchia supervisionerà le organizzazioni non governative per i diritti umani; Jean Ziegler, il fondatore del “Premio Gheddafi per i diritti dell’uomo”, presiederà il comitato consultivo per i diritti umani del Palazzo di vetro e la Siria presiederà la Commissione Onu per il Disarmo, armi chimiche incluse. Sursum corda dunque, amati compatrioti, Di Maio ci farà una pippa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    11 Aprile 2018 - 17:05

    Praticamente una Torre di Babele vituperante all'unisono contro Israele, cioè contro l'America, cioè contro l'Occidente, che delle Nazioni Unite è madre spirituale politica e biologica. Aberrazione tipica di un mondo sempre più Putiniano.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    11 Aprile 2018 - 12:12

    Caro Andrea fai torto a Giggino Di Maio ,il Predestinato, che è inappuntabile determinato e sostenuto dall'affetto di mezza Italia. Però un piccolo difetto lo ha,non porta la paglietta come ogni grande comico napoletano .

    Report

    Rispondi

Servizi