cerca

Il (buon) Approdo di Gad Lerner e il relitto di un giornalismo che non c’è più

Meglio due professori in studio dei cialtroni, ma l’Italia resta fuori

5 Giugno 2019 alle 06:00

Il (buon) Approdo di Gad Lerner e il relitto di un giornalismo che non c’è più

Gad Lerner (foto LaPresse)

“Felice l’uomo che ha raggiunto il porto / che lascia dietro sé mari e tempeste”. E’ la poesia di Primo Levi che si intitola L’Approdo e che ha chiuso la prima puntata del programma di Gad Lerner che ha lo stesso titolo. Se il porto sicuro di Lerner fosse il buon risultato di nicchia raggiunto all’esordio, sarebbe facile. Il 7,4 per cento di share in seconda serata su Rai3, con un milione e 174 mila spettatori, mette da parte tutte...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Maurizio Crippa

Maurizio Crippa

Maurizio Crippa, vicedirettore, è nato a Milano un 27 febbraio di rondini e primavera. Era il 1961. E’ cresciuto a Monza, la sua Heimat, ma da più di vent’anni è un orgoglioso milanese metropolitano. Ha fatto il liceo classico e si è laureato in Storia del cinema, il suo primo amore. Poi ci sono gli amori di una vita: l’Inter, la montagna, Jannacci e Neil Young. Lavora nella redazione di Milano e si occupa un po’ di tutto: di politica, quando può di cultura, quando vuole di chiesa. E’ felice di avere due grandi Papi, Francesco e Benedetto. Non ha scritto libri (“perché scrivere brutti libri nuovi quando ci sono ancora tanti libri vecchi belli da leggere?”, gli ha insegnato Sandro Fusina). Insegue da tempo il sogno di saper usare i social media, ma poi grazie a Dio si ravvede.

E’ responsabile della pagina settimanale del Foglio GranMilano, scrive ogni giorno Contro Mastro Ciliegia sulla prima pagina. Ha una moglie, Emilia, e due figli, Giovanni e Francesco, che non sono più bambini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    06 Giugno 2019 - 11:11

    Immarcescile Lerner ,mi ricorda il suggeritore che nel bussolotto a bordo pubblico del palcoscenico ricordava ai teatranti le battute.

    Report

    Rispondi

Servizi