cerca

Il Foglio Innovazione

La sproporzione tecnologica della piccola Armenia

Seppellito nel Caucaso, senza sbocchi sul mare, c’è un paese sfortunato che ha fatto della tecnologia uno dei settori che trainano tutta l’economia. Due passi a Yerevan, tra startup siliconvalleyane, eredità sovietica e imprenditori californiani

15 Novembre 2019 alle 18:22

Il Tumo Center for Creative Technologies di Yerevan, un centro dove i ragazzi imparano gratuitamente le discipline informatiche (cortesia di Tumo Center)

Il Tumo Center for Creative Technologies di Yerevan, un centro dove i ragazzi imparano gratuitamente le discipline informatiche (cortesia di Tumo Center)

Se sapete indicare con un dito sulla mappa dove si trova l’Armenia, e farlo al primo colpo, allora complimenti: fate parte di un club ristretto. L’Armenia è un luogo storico e sfortunato. E’ una delle culle del cristianesimo, e una parte sorprendentemente grande della nostra cultura proviene da quel lembo di terra schiacciato tra la Turchia, la Georgia, l’Azerbaigian e l’Iran (adesso sapete indicarlo). L’Armenia è un paese geograficamente svantaggiato: non ha sbocchi sul mare e gran parte dei suoi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Eugenio Cau

Eugenio Cau

E’ nato a Bologna, si è laureato in Storia, fa parte della redazione del Foglio a Milano. Ha vissuto un periodo in Messico, dove ha deciso di fare il giornalista. E’ un ottimista tecnologico. Per il Foglio cura Silicio, una newsletter settimanale a tema tech, e il Foglio Innovazione, un inserto mensile in cui si parla di tecnologia e progresso. Ha una passione per la Cina e vorrebbe imparare il mandarino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi