Il maschio, inutile idiota

Dal guru Jordan Peterson alle geremiadi del Nobel Angus Deaton: in occidente un’obsolescenza dichiarata

Giulio Meotti

Email:

meotti@ilfoglio.it

25 Giugno 2018 alle 10:23

Il maschio, inutile idiota

François-Xavier Fabre, “Ritratto maschile”, 1809 (Edimburgo, Scottish National Gallery)

Nel 1961 la rete americana Cbs trasmise l’episodio numero sessantacinque della serie tv “Twilight Zone”. “L’uomo obsoleto”, questo il titolo della puntata. In un futuro stato totalitario, Romney Wordsworth viene processato in quanto obsoleto. La sua professione di bibliotecario è punibile con la morte poiché lo stato ha eliminato i libri. Inoltre crede in Dio, Wordsworth, e lo stato afferma di aver dimostrato che Dio non esiste. Gli viene concesso di scegliere il metodo dell’esecuzione. Wordsworth chiede che gli venga...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    25 Giugno 2018 - 13:01

    Più che obsoleto il maschio occidentale con la genetica devastante e incontrollata è ormai inutile

    Report

    Rispondi

Servizi