cerca

Gesù, Maria e Maometto

La sentenza di Strasburgo e la disparità di trattamento delle religioni

30 Gennaio 2018 alle 17:13

Gesù, Maria e Maometto

La Corte europea dei diritti dell'uomo ha difeso l'uso dei simboli religiosi nelle pubblicità e ha condannato la Lituania per che aveva multato un'azienda che si era servita di Gesù e Maria per vendere vestiti. Secondo i giudici, la multa inflitta per aver “offeso la morale pubblica” ha violato il diritto alla libertà d'espressione.

Nella sentenza di Strasburgo si legge che la Corte ritiene che “la libertà di espressione costituisce uno dei fondamenti essenziali di una società democratica”. Essa, inoltre, “si estende a idee che scioccano, offendono o disturbano”.

 

Come non essere d'accordo? Tuttavia, c'è un ma. E quel ma è l'islam. È la disparità di trattamento che le autorità europee, centrali e nazionali, riservano alla religione del Profeta rispetto al cristianesimo.

Quanti sono i giornalisti e gli scrittori mandati a processo per lesa “islamofobia” in cause accettate da magistrati sempre proni all'antirazzismo militante? Quante le élite che mordono il cristianesimo e ammansiscono l'islam?

 

Il secolarismo non può essere una tigre che tira fuori le unghie per de-cristianizzare e accanirsi sul giudeo-cristianesimo ma che si compiace di difendere la “sensibilità” dei musulmani. Nel tempo dell'assalto mortale a Charlie Hebdo e ad altri “disturbatori” della pace multiculturale, la sentenza di Strasburgo suona come un inutile espediente retorico in difesa di una laicità che, quando finisce sotto lo scacco dei taglialingue, è rapidamente dimenticata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gaetano.tursi@virgilio.it

    gaetano.tursi

    31 Gennaio 2018 - 16:04

    “Gesù e Maria: cosa indossate?”… le immagini del jeans di tendenza e dello sbarazzino abitino bianco che vestono Nostro Signore e la Madre di Dio nella campagna pubblicitaria della Sekmadiensis Ltd, per (nientedimeno che) la Corte eropea dei diritti umani “non sembrano essere gratuitamente offensive o profane” e “non incitano all'odio”. Ci può stare. Si era nel 2012 (la giustizia e i ricorsi hanno i loro tempi…). E ci può stare, a meraviglia, anche la nuova campagna di Sekmadiensis Ltd che, per smaltire l’invenduto, ha deciso di sfruttare l’immagine di un famigerato commerciante “onesto, equo ed efficiente” - non per niente, ai tempi, noto come al-Amīn (il Fidato)- il quale, seduto su un’alta pila di jeans ed abitini bianchi, tra una Rivelazione e l’altra, ha il tempo di dettare agli astanti, in suadente ed ispirato arabo: “Qualità divina & prezzo di convenienza. Parola di Muhammad”.

    Report

    Rispondi

  • maropadila

    31 Gennaio 2018 - 15:03

    Che cosa sarebbe successo se. Invece di Gesù e di Maria, ci fosse stato Maometto (si licet parva ...)?

    Report

    Rispondi

  • mauzanini

    30 Gennaio 2018 - 20:08

    Non c'e' da meravigliarsi con l'aria che tira in un'Europa che rinnega, vuole rinnegare, la sua storia non solo cristiana ma storia tout court. Detto questo - in questo caso specifico - la colpa e' piu' nostra, dell'Occidente ateo e scristianizzato, del tutto indifferente a che si svilisca la nostra fede. Sono sicuro che paradossalmente troveremmo qui, noi credenti cristiani, sostegno nei fedeli mussulmani. Triste che si debba avere alleati in una diversa ed opposta religione!

    Report

    Rispondi

  • marco.ullasci@gmail.com

    marco.ullasci

    30 Gennaio 2018 - 18:06

    Basta aggiornare il vocabolario ed aggiungere alla voce laicita' un paragrafo di una sola riga: s.f.: anticristianesimo

    Report

    Rispondi

    • iksamagreb@gmail.com

      iksamagreb

      30 Gennaio 2018 - 23:11

      Esattamente. Perciò, dal punto di vista cristiano - poiché tra il Bene e il Male no v'è terza via e "chi non è con Me è contro di Me" - il laicismo nei fatti si traduce in satanismo. E' così oggi e fin da quando ci si impadronì del termine laico per farne un'ideologia modificando via via il significato iniziale di "non clericale" in "non cristiano confessionale" e poi in non cristiano toutcourt e infine in anticristiano ovvero satanista, falso e omicida. Falsità che brilla dalla solenne asserzione dei Cortigiani: "libertà di espressione estesa a idee che scioccano offendono o disturbano eletta a fondamento essenziale di una società democratica" puntualmente sfacciatamente e vigliaccamente negata e contraddetta se si tratta di musulmani (taglialingue e tagliagole). Credono così di fare i furbi, fingendo di non vedere che è proprio l'ateo materialismo edonista e becero del laikismo occidentale, oltre alla sfacciata immoralità, che maggiormente provoca schifo e disprezzo nei musulmani.

      Report

      Rispondi

Servizi