cerca

Salvini la "butta in gattara"

Il ministro dell'Interno fa visita al più grande gattile di Roma: "mi occupo della sicurezza degli esseri viventi a due e quattro zampe"

18 Luglio 2019 alle 06:00

Roma. “Venghi, ministro. Accarezzi i gattini”. Matteo Salvini si presenta al gattile del Verano indossando, come sempre, la maglietta giusta: “Animal welfare”. Accolto dai mici, ha chiarito la natura dei suoi compiti istituzionali: “Occuparsi della sicurezza degli esseri viventi a due e quattro zampe”. Sospeso tra Roma e i felini, si è poi a lungo fermato sulla tomba di Alberto Sordi, che un tempo alla Lega non piaceva tanto. Non ha parlato di politica, ma l’ha buttata in gattara.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi