cerca

Il farsesco attacco a Tria

Distrazioni. Non sarà il ministro a insidiare un governo pazzotico ma la realtà

4 Aprile 2019 alle 06:00

Il farsesco attacco a Tria

Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria (Foto LaPresse)

Giovanni Tria non è certo esente da colpe: ha accettato buon ultimo che la stima di un pil a più uno per cento nel 2019 era fantascienza, prendendo atto della realtà di una recessione già in corso e non più “tecnica” di fronte alle stime concordi di tutti gli organismi internazionali e nazionali, dall’Ocse alla Banca d’Italia, che prevedono una crescita poco sopra o sotto allo zero. Il ministro dell’Economia sa benissimo, ovvio, che non si tratta di gufi, catastrofismi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ancian99

    04 Aprile 2019 - 20:08

    Gli errori compiuti da Tria sono quelli voluti dal governo in carica. Ora si fa opposizione al Ministro dell'Economia che, dopo aver superato lo scontro con Bruxelles, ha dovuto ascoltare le dichiarazioni e leggere i rapporti del FMI, dell'OCSE, della BCE he sono organismi internazionali le cui valutazioni e le cui stime son più degli avvisi che delle accuse, al contrario di quanto pensano i vice-Presidenti del Consiglio, nonché Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, l'uno e Ministro degli Interni, l'altro; specie il Sig.Di Maio che si rivolge a tali organismi con la pretesa superiorità dell'ignorante che, non sapendo nulla di politica economica e di politica estera, adotta, addirittura, l'insulto come risposta.

    Report

    Rispondi

Servizi