cerca

La “sceneggiata” sovranista di Salvini a Milano

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli della Vanguardia, Times, Financial Times, Figaro, Faz

10 Aprile 2019 alle 08:48

La “sceneggiata” sovranista di Salvini a Milano

Olly Kotro, Jorg Meuthen, Matteo Salvini e Anders Vistisen (foto LaPresse)

Il governo ammette il rallentamento della crescita

Londra, 10 apr - (Agenzia Nova) - La coalizione populista al governo dell'Italia ha formalmente ammesso che quest'anno la crescita economica sarà notevolmente più bassa di quanto avesse precedentemente previsto. Lo scrive il quotidiano britannico "Financial Times", sottolineando le difficoltà del governo italiano nel conciliare i progetti di maggiore spesa pubblica con una economia interna costantemente debole. Al termine della riunione del Consiglio dei ministri tenuta ieri 9 aprile, il governo ha approvato un Documento di economia e finanza (Def) che prevede per il 2019 una crescita del Pil di appena lo 0,2 per cento e un deficit al 2,4 per cento del Pil. 

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 

Italia-Ue: la “sceneggiata” di Salvini a Milano

Berlino, 10 apr - (Agenzia Nova) - L'incontro tra alcuni partiti nazionalisti, populisti ed euroscettici tenuto a Milano ieri, 8 aprile, è stato una “sceneggiata” diretta dall'ideatore dell'evento, il vicepresidente del Consiglio e leader della Lega, Matteo Salvini. È quanto sostiene oggi il quotidiano tedesco “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, notando come all'incontro di Milano abbiano partecipato, oltre alla Lega, soltanto Alternativa per la Germania (AfD), il Partito popolare danese (Df) e il Partito dei finlandesi (Ps). Le formazioni riunite nel capoluogo della Lombadia hanno annunciato la fondazione dell'Alleanza europea dei popoli e nazioni (Aepn), nuovo gruppo della destra nazionalista ed euroscettica al Parlamento europeo che dovrebbe essere istituito ufficialmente dopo le elezioni europee di maggio prossimo. Nei partiti europeisti vi è “grande agitazione” per l'iniziativa di Salvini, ma, nota la “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, “i nazionalisti non paiono molto interessati alla loro internazionalizzazione”. 

Continua a leggere l'articolo della Faz

 

Ue-Italia: Fpo aderisce all'alleanza sovranista di Salvini

Madrid, 10 apr - (Agenzia Nova) - Il Partito della libertà austriaco (Fpo), che governa l'Austria in coalizione con i conservatori del Partito popolare (Ovp), ha annunciato ieri, 9 aprile, la sua adesione all'alleanza sovranista ed euroscettica lanciata dal leader della Lega, Matteo Salvini, con una manifestazione celebrata a inizio settimana a Milano. "Anche gli eurodeputati Fpo dopo le elezioni europee, e naturalmente con piacere, si uniranno all'alleanza riformista presentata da Matteo Salvini a Milano", ha scritto su Twitter Harald Vilimsky, capolista Fpo alle consultazioni per il rinnovo del Parlamento di Strasburgo. Lo riferisce il quotidiano spagnolo "La Vanguardia", spiegando che il cinguettio di Vilimsky è stato accompagnato da una copia del documento con cui si formalizza l'"intenzione" del partito di unirsi al "progetto patriottico comune".

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia

 

Libia: l’Italia mantiene la sua missione militare

Parigi, 10 apr - (Agenzia Nova) - L’Italia mantiene la sua missione militare in Libia. L’annuncio, spiega il quotidiano francese “Le Figaro”, è arrivato dal ministero italiano della Difesa, che ha confermato il proseguimento della missione Miasit lanciata nel gennaio del 2018. Il dispositivo “continua per rendere l’azione di assistenza in Libia più incisiva e più efficace”, ha fatto sapere il ministero. Sebbene non sia stato reso noto il numero di militari attualmente impegnati sul territorio, il giornale sottolinea che la l’operazione prevede un centinaio di uomini a Tripoli e circa 200 a Misurata. La marina italiana dispone inoltre di una nave nel porto di Tripoli nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro. 

Continua a leggere l'articolo del Figaro

 

Alle femministe non piace la scultura-poltrona di Milano

Londra, 10 apr - (Agenzia Nova) - L'enorme scultura eretta in Piazza del Duomo a Milano con l'intento di stigmatizzare la violenza contro le donne è stata criticata dalle femministe, secondo le quali simboleggia esattamente l'oppressione contro cui protestano. Lo riferisce oggi il quotidiano britannico "The Times", descrivendo l'installazione intitolata "Maestà sofferente", opera di Gaetano Pesce, tra i più noti designer italiani.

Continua a leggere l'articolo del Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi